Pinacoteca Comunale d’Arte Contemporanea “Giovanni da Gaeta”

Alberto Magnelli

opere 1910-1970

dal 9 giugno al 16 settembre 2012

Alla conferenza stampa di inaugurazione della mostraAlberto Magnelli, opere 1910-1970” – allestita a Gaeta nella Pinacoteca Comunale d’Arte Contemporanea “Giovanni da Gaeta” – sono intervenuti il curatore scientificoGiorgio Agnisola, il galleristaAntonio Sapone, l’assessore alla cultura del Comune di GaetaSabina Mitranoe il presidente dell’Associazione Culturale NovecentoAntonio Lieto.

Questi i loro contributi nel corso della giornata di apertura:

Giorgio Agnisola

Sono 164 le opere di Alberto Magnelli esposte a Gaeta: un numero notevole che dà prova del rilievo scientifico della mostra allestita nella Pinacoteca comunale per rendere omaggio a un artista fondamentale nella storia dell’arte del Novecento.

Rileggendo in prospettiva l’opera di Alberto Magnelli ci si accorge di come la sua cifra astratta non sia solo il risultato maturo di un processo di essenzializzazione del linguaggio, un conseguimento formale per quanto illuminato e innovativo, ma il compimento di una personale ricerca di equilibrio tra essere e sentire. I suoi rigorosi sviluppi compositivi si coniugano sempre infatti con forti risonanze interne in termini emotivi e psichici e infine spirituali. Non a caso lo stesso Magnelli non definiva la sua opera “astratta”, ma “inventata”, alludendo alla scoperta, al mistero che ogni vera opera d’arte disvela e protegge.

Antonio Lieto

L’omaggio ad un grande artista italiano protagonista della ribalta internazionale del Novecento, quale è stato Alberto Magnelli, rappresenta il coronamento di un percorso virtuoso che ha posto la nostra giovane Pinacoteca comunale all’attenzione del mondo dell’Arte. Presentiamo a Gaeta una retrospettiva che copre tutti i periodi artistici del maestro fiorentino, vissuto a lungo in Francia, dove è sepolto, a contatto diretto con grandi personalità artistiche del secolo scorso come Palazzeschi e i futuristi, Apollinaire, Picasso, Kandinskij, De Chirico, con cui ha avuto una fitta corrispondenza, per citarne alcuni; una mostra che muove dalle prove giovanili, impregnate delle conquiste avanguardiste dei primi del Novecento, per giungere alle opere astratte della maturità, passando per i diversi ripensamenti figurativi, sempre originali e riconoscenti alla grande eredità dell’arte toscana del Trecento e Quattrocento.

Si vuole inoltre ricordare un artista non adeguatamente conosciuto in Italia e rappresentare l’apprezzamento per la sua continua e silenziosa ricerca d’equilibrio, estetico ed emotivo, che ha costituito il suo alto contributo al viaggio infinito dell’arte.

Siamo orgogliosi del cammino compiuto in questi anni, dalle prime mostre a carattere locale, importanti per un’istituzione museale di provincia, ad esposizioni riguardanti personaggi che sono iscritti nella storia dell’arte mondiale come Magnelli. Di quest’ultimo scatto qualitativo, dobbiamo essere grati al nostro concittadino Antonio Sapone, un personaggio unico ed eccezionale, un gallerista molto particolare che benché fine conoscitore del complicato mercato dell’arte, sa ancora parlare col cuore e non ha perso il legame con le proprie radici.

Possiamo affermare che un sogno si sta avverando: abbiamo raggiunto livelli impensabili fino a poco tempo fa e sarà molto arduo mantenerli per tante ragioni, da quelle economiche a quelle prettamente organizzative, ma intanto offriamo al pubblico questa grande opportunità di ammirare a Gaeta le opere di un grande artista fino ad oggi esposte solo in alcune grandi città del mondo e da ciò trarremo certamente nuovo entusiasmo.

Sabina Mitrano

Sono un’amante dell’arte contemporanea e sono felice di rappresentare il Comune di Gaeta, che dà il plauso all’Amministrazione precedente che ha appoggiato questa iniziativa mettendo in evidenza Gaeta rispetto al mondo dell’arte. Anche da parte mia e della nuova Amministrazione c’è l’interesse a collaborare a eventi del genere.

Antonio Sapone

Voglio complimentarmi anzitutto con l’Associazione Culturale Novecento: un gruppetto di persone capaci di fare, con la passione, qualcosa di incredibile, di encomiabile. Spero che questa benevolenza sia contagiosa, nell’interesse di tutti. D’altronde questo evento non è un fatto per singoli, ma intende coinvolgere tutti, appassionati e non. È fondamentale puntare sulla cultura.

Raccontando qualche aneddoto su Alberto Magnelli, essendo a lui unito da solida amicizia, posso soprattutto dire che ha fatto un’opera fantastica grazie alla sua sensibilità particolare. Sostanzialmente non si è mai legato al alcun movimento e ha scritto un’importante pagina nell’arte contemporanea anche perché ha creduto molto in ciò che faceva.

Promossa dal Comune di Gaeta, dall’Associazione Culturale Novecento e da Monte-Carlo International Art,Alberto Magnelli, opere 1910-1970” – allestita nella PinacotecaComunale d’Arte Contemporanea “Giovanni da Gaeta” – ha ottenuto ipatrocini del Ministero per i Beni e le Attività Culturali,Soprintendenza per i Beni Archeologici del Lazio, della Regione Lazio, della Provincia di Latina e della Camera di Commercio di Latina.

La mostra è strutturata insei sezioni principali – che ripercorrono le diverse fasi della produzione dell’artista – per un totale dicentosessantaquattro opere esposte,tra dipinti, disegni, collages, linoleografie:

– Gli esordi e i primi anni Dieci (1910-1917),

– le “Esplosioni liriche” (1918-1919),

– il “Realismo Immaginario” (1920-1931),

– “Les Pierres éclatées” (1931-1935),

– l’opera astratta (1935-1970),

– i “Collages”.

Inoltre una sezione a latere, “Les Nourritures terrestres” (1942-1950),riguarda una serie di dieci litografie realizzate insieme da Jean Arp, Sonia Delaunay, Alberto Magnelli, Sophie Tauber-Arp.

È disponibile in galleria un ampiocatalogo pubblicato per l’occasione e che documenta in maniera dettagliata l’uomoAlberto Magnelli e la sua attività artistica.

 

—————————–

INFO:

Pinacoteca Comunale d’Arte Contemporanea “Giovanni da Gaeta”

Palazzo San Giacomo, via De Lieto n. 2/4, cap 04024 Gaeta (LT)

0771.466346info@pinacotecagiovannidagaeta.itinfo@magnelli-gaeta.org

SITO:www.magnelli-gaeta.org

 

 

 

Lascia un commento