Raimondi: da Mitrano un’idea folle sulla discarica intercomunale di Itri. Richiamo di esporci agli interessi della criminalità organizzata.

A stretto giro, anche il Sindaco Raimondi affossa la proposta del candidato sindaco del centrodestra Cosmo Mitrano sulla discarica intercomunale nel territorio del Comune di Itri, definendola “folle se si pensa che è l’attuale commissario del Parco e dovrebbe avere una sensibilità maggiore verso le tematiche ambientali e verso il turismo che il settore naturalistico può attrarre a Gaeta .” Inoltre  Raimondi , sottolinea il rischio di “esporsi pericolosamente agli interessi della criminalità organizzata che nel settore dei rifiuti, il libro «Gomorra» insegna, ha un grosso giro di affari illecito.” Sempre a proposito della realizzazione di questa discarica Gaeta-Itri, in una cava abbandonata in territorio di Itri, il primo cittadino di Gaeta, stigmatizza lo scarso senso delle istituzioni, che il candidato ‘Per il bene di Gaeta’ avrebbe messo in mostra in questa circostanza, avallando un progetto avanzato  senza il preventivo assenso del Comune di Itri.

La polemica a distanza, tra i due pretendenti alla carica di Sindaco, prosegue anche su altri temi:
Ferrovia Formia-Gaeta e Cittadella dello Sport:
“Nell’ultima conferenza stampa – afferma inoltre il Sindaco in carica – il candidato Mitrano ha provato ad illustrare le idee della sua coalizione con il misero risultato di copiare spudoratamente ciò che questa Amministrazione ha fatto o sta facendo. Propone di completare la ferrovia Gaeta-Formia, adducendo le nostra stesse motivazioni, fingendo di non sapere che dal 2007 abbiamo lavorato insieme con il comune di Formia per ottenere i finanziamenti che la Giunta Marrazzo ha stanziato (26 milioni di euro) mentre la Polverini ha tagliato riducendoli a 7 milioni togliendo tutte le possibilità di portarla a termine. Inoltre, Mitrano adesso promette di realizzare la cittadella dello sport nell’area Eni spacciando questa idea come la sua. Invece, siamo stati noi a parlare di questa ipotesi e a darle concretezza partecipando alla manifestazione d’interesse indetta dal Comune al Consorzio Industriale per questo scopo, come confermato dal presidente Salvatore Forte nella sue dichiarazioni su Il Messaggero. Insomma, dal PdL nulla di nuovo tranne la conferma di essere un partito allo sbando e senza idee chiare per il bene di Gaeta”.
Confronto sui programmi:
“ È questo che vogliono? Io spero proprio di no – aggiunge Raimondi – Nel frattempo attendiamo il mese di marzo quando il centrodestra renderà pubblico il suo programma elettorale sul quale voglio confrontarmi con il candidato Mitrano. Ma non una volta sola come ha proposto lui: una volta al mese e scegliesse luogo (piazza, teatro o tv), moderatore, tempi delle risposte (meglio se di pochi minuti) e lingua. Una città che vuole puntare al turismo internazionale ha bisogno di un Sindaco che abbia una buona capacità diplomatica non solo in italiano. Quindi, può decidere tra italiano, inglese, spagnolo o dialetto gaetano. Aspetto risposte, positive o negative che siano”

fs

Lascia un commento