Proseguono  le ricerche di Davide Curcio  disperso a seguito del naufragio del peschereccio ” Santa Lucia” avvenuto ieri mattina al largo di Livorno e nel quale ha perso la vita il padre Silverio Curcio.

Sono andate avanti per tutta la notte le ricerche di Davide Curcio il 36enne originario di Ponza anni, comandante del ‘Santa Lucia II’, il peschereccio affondato ieri mentre pescava sulle secche di Vada a sud di Livorno.

Le ricerche  – sul luogo della tragedia – effettuate dalla Guardia Costiera con tre modovedette, finora non hanno dato alcun esito.

Sul posto sono tornati al  lavoro  di nuovo i vigili del fuoco del distaccamento del porto di Livorno con una squadra di sommozzatori alla quale si è unito un nucleo sommozzatori proveniente da Roma munito di un “Rov” (una piccola telecamera subacquea, peraltro utilizzata anche dalla Guardia Costiera.

Già da ieri, al fine di evitare intralci alle ricerche del disperso, la Capitaneria di Livorno ha  emanato un’ordinanza con la quale si vietano pesca e ancoraggio nel raggio di un miglio dal peschereccio affondato e si raccomanda attenzione nella navigazione nel raggio di 5 miglia.

(nella foto: Davide e Pasquale Curcio)

Lascia un commento