Riceviamo e volentieri pubblichiamo:


Caro sindaco Vigorelli,
pienamente cosciente delle sue difficoltà nell’avviare Ponza alla rinascita ma
certa che lei saprà ascoltarmi, vorrei parlarle della baia di Chiaia di Luna ;
tanto amata da ponzesi e non , pregio e vanto delll’isola in tutto il mondo con
la sua bellezza ammaliatrice e patrimonio culturale per il tunnel romano le cui
pareti sono in Opus Reticulatum ; oramai  “dall’animo  morente ” vittima di
angherie e incompetenze .
Essa oltre ad essere un ‘attrazione turistica senza paragoni per l’isola, rappresenta un porto di rifugio per le imbarcazini quando soffia il vento di levante e l’approdo di Ponza risulta non utilizzabile , nonché  unica spiaggiaquì al centro raggiungibile a piedi , senza molta fatica in poco tempo ,adatta a persone di tutte le età  in particolare bambini ed anziani .
Sono anni che la spiaggia è chiusa , viene aperta solo alcuni giorni di agosto dopo estenuanti lotte , per poi essere periodicamente richiusa .
In questi anni sono stati stanziati fondi (cifre che non stò ad elencare in quanto lei sicuramente ne è informato) per poterla mettere in sicurezza…..e
noi abbiamo sempre sperato che potesse essere finalmente e definitivamente riaperta al pubblico nella piena sicurezza per i bagnanti.
Ma le speranze sono andate scemando di anno in anno ; in quanto i soldi sono stati spesi ma lavori definitivi non ne sono stati fatti….la spiaggia èdivenuta un cumulo di immondizie e il tunnel è stato tutt’altro che restaurato…..la pavimentazione è stata rotta (senza tener alcun conto che lì confluiscono i canali che nel periodo delle piogge raccolgono le acque provenienti dal monte guardia,acque che trascinano con se materiali vari incontrati lungo il cammino. Conseguenza di ciò nel 2010 gli abitanti delle zone adiacenti il tunnel in questione hanno subito allagamenti) ed è stata lasciata
in questo stato montando poi un ponteggio provvisorio , del tutto inestetico ,
per permetterne il passaggio .
Secondo lei non è una vergogna fare scempio di questi patrimoni anzicché preservarli ed esaltarli come farebbero in qualsiasi altra parte del mondo?
Questo è un grande tesoro che la nostra isola offre sia a noi ponzesi sia ai turisti che vengono a visitarci.
Dal momento che la baia è stata chiusa non passa giorno in cui un villeggiante non chieda di essa , di poter godere delle sue meravigliose acque e del suo sole ed  è una tristezza infinita dover vedere sui loro volti la delusionequando gli viene riferito che la cara Chiaia di Luna è ancora chiusa….. vederla lì deserta , abbandonata a se stessa , spogliata della sua maestosità
……
Sono convinta che anche lei la prima volta che è venuto in questa isola avrà subito il fascino delle sue falesie di tufo bianco splendenti al sole , delle sue acque smeraldo , per non parlare poi della magia dei tramonti che si possono osservare sdraiati sul bagnoasciuga .Ho trascorso la mia infanzia in quella spiaggia……non chiedo altro se non farla tornare al suo originario splendore.
Mi aiuti a realizzare questo desiderio sino ad ora ignorato da tutti….. ricordando che l’apertura di Chiaia di Luna gioverà ( turisticamente parlando ) all’intera isola !!!!
Distinti saluti

Azzurra D’Arienzo

Lascia un commento