L’allestimento della fiera che si terra dal 21 al 29 aprile 2012 a Gaeta sta gravando pesantemente e quotidianamente sui cittadini e le attività commerciali di tutta Gaeta Medievale; sono molte, purtroppo, le segnalazioni che ricevo.

Da quello che emerge la gestione di tutte le attività di preparazione dello Yacht med festival, sono prive di un adeguato piano dei trasporti sufficiente a garantire contemporaneamente la messa in opera della fiera e le esigenze quotidiane e primarie dei cittadini e commercianti.

Occorre pertanto riflettere sul fatto che 40 giorni di interruzione del servizio di viabilità in direzione Città medievale per il lungomare e viceversa, dove si vedono i cittadini costretti a passare da Monte Orlando per un periodo così lungo come in quest’ultima edizione dello Yacht Med festival, sono sicuramente eccessivi.

Credo che gli enti e le istituzioni coinvolte debbano, responsabilmente, trovare una soluzione alternativa per la messa in opera di un importante fiera come il Yach Med festival armonizzandola con le necessità dei cittadini per uno sviluppo dell’economia del mare integrato alla vivibilità del centro storico.

Diversamente, se non saranno previste e realizzate infrastrutture e servizi idonei ad accogliere l’evento potremmo rischiare che diventi un qualcosa non adeguatamente condiviso dalla città e sarebbe un peccato.

Personalmente ritengo che il centro storico della città debba avere un’altro ruolo accogliendo certamente eventi ma forse i suoi momenti più importanti come ad esempio premiazioni, chiusure ecc. capitalizzando davvero tutte le sue bellezze che non possono assolutamente prescindere da una moderna ed efficace viabilità dove le vie del mare potrebbero essere, con un po’ di buona volontà, la sua soluzione migliore con interessanti ricadute occupazionali.

Giambattista Balletta
delegato provinciale portualità e intermodalit

Lascia un commento