Non è piaciuta a Noi Democratici la proposta di creare una discarica intercomunale Gaeta-Itri, lanciata dal Presidente del Nucleo Industriale Salvatore Forte e , “subitaneamente accolta con grande favore dal candidato Sindaco Mitrano della coalizione di centro-destra Per il bene di Gaeta”.
“Non sappiamo se riderci sopra o seriamente tremare all’idea che una simile follia possa essere davvero ritenuta plausibile da chicchessia, men che meno da una candidato sindaco di una città turistica quale è Gaeta, men che meno da un Commissario di Ente Parco. – spiega in una nota Francesco Como a nome di Noi Democratici. –  Laddove intere popolazioni si ribellano alzando barricate, occupando strade e ferrovie, sfilando in cortei ed inscenando ogni forma di protesta per impedire la collocazione di discariche nei propri territori, ecco che qui a Gaeta l’aspirante sindaco pidiellino ( senza più Berlusconi nel simbolo, però, ….troppo vergognoso ricordarlo?) metterà in programma per la nostra città una bella discarica!
E non conta nulla se si farà nella cava di Itri  – prosegue Como – perché tutti i risvolti facilmente immaginabili graveranno su tutta la nostra zona che è da secoli a vocazione turistica: l’aumento del traffico di rifiuti pericolosi e non, aumento dei tumori, peggioramento delle condizioni igienico- sanitarie. Il piacevole odore della salsedine che accompagna i ricordi dei turisti si alternerà a nauseabondi miasmi a seconda del vento che soffierà? “
Como conclude affermando che quella del presunto abbattimento dei costi, sarebbe una scusa, non adeguatamente supportata. Un tentativo di illudere la popolazione di Gaeta, che – sempre secondo il Presidente di Noi Democratici – invece dovrebbe seriamente preoccuparsi.

fs

Lascia un commento