L’IDV per una riconversione del porto di Gaeta

L’Italia dei Valori è sempre molto vicina alle esigenze specifiche delle realtà locali. Per questo i consiglieri regionali dell’IDV Lazio hanno presentato una mozione per la riconversione del porto commerciale di Gaeta, a vantaggio della salute e dell’economia locali. Scopo ultimo della mozione è quello di inserire nel piano portuale del Lazio la riconversione del porto di Gaeta a centro di scarico di materiali agroalimentari, non inquinanti e più rispettosi dell’ambiente. Questo provvedimento segnerebbe un enorme passo avanti rispetto allo stato attuale delle cose: al momento, infatti, in prossimità del porto commerciale di Gaeta vengono scaricati molti materiali inquinanti quali caolino, pet coke (risultato della condensazione di residui petroliferi e oleosi), solfati, sabbia e polveri sottili, proprio a ridosso dell’area marina protetta di Monte Orlando, del Parco Riviera d’Ulisse (Oasi Blu del WWF ) e di alcuni quartieri ad alta densità di popolazione. A confermare la pericolosità di questa situazione, – già denunciata più volte dai residenti – va lo studio effettuato dal professor Silverio Martufi, primario di pneumologia presso l’ospedale “Monaldi” di Napoli. Nella relazione del dottor Martufi, leggiamo: “nel porto di Gaeta, secondo dati comunicati all’Agenzia delle Dogane, sono presenti nelle merci movimentate una grossa quantità di prodotti metallici e minerali, in grado, quando dispersi nell’atmosfera, di provocare gravi malattie polmonari come pneumoconiosi, asma bronchiale, bronchite acuta o cronica”.

 In attesa che la Regione approvi ed applichi la mozione, l’Italia dei Valori ha inserito nella stessa una postilla che impegna l’Autorità Portuale a monitorare sin da subito il carico e scarico delle polveri sottili, affinché sia effettuato in sicurezza e secondo le norme vigenti. Il provvedimento – volto a salvaguardare la salute pubblica e ad incrementare la vocazione turistica di un’ambita meta marittima come Gaeta – ha già raccolto il plauso del candidato a sindaco di Gaeta Salvatore Di Maggio, che ha più volte sottolineato come la questione legata al porto commerciale sia destinata ad essere uno dei punti cardine del programma della sua coalizione, sostenuta anche dal Circolo IDV locale.Per il Consigliere Regionale Claudio Bucci primo firmatario della Mozione: “Gaeta è una città a vocazione turistica, abbiamo il dovere di preservare l’ambiente e la salute dei cittadini, lo sviluppo del porto deve andare in un altra direzione, le polveri sottili dovranno essere spostate da un’altra parte, il Partito prende ufficialmente in carico la denuncia fatta dai cittadini”. Il segretario dell’IDV Gaetano Fabrizio Ciccariello dichiara:” Mentre le altre forze politiche cercano di vendere chiacchiere ai cittadini, noi produciamo atti concreti, che impegnano la Regione Lazio, l’utilità di un partito politico sta proprio nel poter intervenire in maniera rapida ed efficace in tutti i livelli dell’amministrazione, quella di un partito politico serio sta invece nella capacità di ascoltare le esigenze dei cittadini e trasformarle in atti concreti”.

La Mozione varrà distribuita e discussa con i cittadini sabato dalle ore 17:30 a piazza delle Libertà a Gaeta.

Cs/IDV

Lascia un commento