Riceviamo e pubblichiamo il testo della lettera che il candidato sindaco Salvatore di Maggio ha inviato in merito alle nomine dei scrutatori per le prossime elezioni amministrative.

Al Sig. Sindaco del Comune di Gaeta
Alla Commissione Elettorale del Comune di Gaeta

Oggetto: nomine scrutatori elezioni amministrative 6-7 Maggio 2012

La coalizione di centro-sinistra che sostiene la candidatura a Sindaco di Salvatore Di Maggio, con la presente nota si rivolge al Sindaco in carica e alla Commissione Elettorale per suggerire la modalità di scelta per la nomina degli scrutatori fra gli iscritti all’albo comunale.
Tutta la materia è normata dalla legge.95/1989 modificata successivamente dalla legge 270/2005 e infine dalla legge 22/2006.
Proprio la legge 270/2005 art.6 ha modificato la precedente normativa creando un meccanismo che avvantaggia l’opzione della nomina  diretta, comma a),  a discapito della estrazione a sorte, comma b) venendo così a mancare la pari opportunità di selezione a tutti gli aventi diritto.
Non a caso la “nomina diretta” utilizzata sia dalla maggioranza che dalla minoranza, nelle precedenti tornate elettorali, fa si che si inneschi il meccanismo della “raccomandazione”. Sarebbe; pertanto, opportuno dimostrare ai cittadini le buone intenzioni politiche  da parte del Sindaco e della Commissione Elettorale, partendo proprio da questo punto e invertire tale tendenza per arginare la pratica della raccomandazione che genera sfiducia nelle istituzioni.
I Partiti (S.E.L. , I.D.V. , Partito Socialisti, Comunisti Italiani , Tulipano, Lega Aurunca) che sostengono la candidatura a Sindaco di Salvatore Di Maggio, alla luce delle considerazioni suesposte, auspicano che si giunca alla nomina di scrutatore tramite la procedura del sorteggio, indicata proprio dal comma b) dell’art.6 della legge 270/2005 non prendendola  come alternativa ma come primaria azione di trasparenza ed equità.
La coalizione di centro-sinistra si augura, inoltre, che la Commissione Elettorale si riunisca in pubblica adunanza per il sorteggio e la conseguente nomina  degli scrutatori e che la comunicazione della riunione sia affissa due giorni prima all’albo pretorio dell’edificio comunale.
All’enunciazione di principi quali trasparenza, partecipazione, democrazia, uguaglianza, pari opportunità, seguano comportamenti coerenti e concreti.
Questo semplice atto politico puo’ rappresentare linfa vitale per le istituzioni.

La coalizione di centro-sinistra  per Di Maggio Sindaco    

Lascia un commento