La crescente influenza delle donne è la cosa più importante della nostra vita politica”, scrisse tanti anni fa Oscar Wilde. Anche noi della coalizione per Salvatore Di Maggio sindaco ne siamo convinti. Il ruolo della donna nella vita sociale è incomparabile, anche se purtroppo molte volte, in passato come nel presente, non è stato riconosciuto – o peggio, è stato sminuito e vilipeso. Di strada ancora ce n’è da fare, ma è innegabile che molto è stato fatto e si sta continuando a fare per la condizione della donna in tutti gli ambiti della società. Di certo a questo nobile scopo non ha contribuito la giunta del sindaco Antonio Raimondi, visto che a Gaeta sono quasi due anni che la Commissione Pari Opportunità non viene convocata. Un segno di insensibilità alle tematiche fondamentali della parità dei sessi, quella di Raimondi, che sorprende e ferisce tutti coloro che credono nel ruolo fondamentale rivestito dal genere femminile.

 Sia chiaro, non è retorica: le donne oramai hanno preso possesso quasi completamente di quel ruolo che le spetterebbe nella società, e noi ne siamo contenti. Non per buonismo, in realtà, ma per motivi che potremmo considerare strettamente egoistici: l’abilità, la sensibilità e la caparbietà delle donne è incomparabile e, quando applicata alla vita politica, procura solo giovamento all’intera cittadinanza. Convinto di questo, il candidato a sindaco di Gaeta Salvatore Di Maggio ha felicemente accolto e promosso la partecipazione attiva di molte donne, entrate a far parte come candidate nella coalizione che lo sostiene. Tra loro, anche Mariarita Autiero, stimata professoressa e cittadina attiva da molti anni all’interno della vita della città. “La donna deve essere rivalutata nella società di oggi – ha dichiarato la Autiero – con la sua dignità di persona e come soggetto centrale di rilancio per l’economia e la famiglia. Salvatore Di Maggio crede fortemente in questo messaggio, ed è per questo che io e molte altre donne abbiamo deciso di fare parte della coalizione che lo sostiene”. Un impegno concreto, quello di Di Maggio, visto che tra i punti del programma di coalizione ha voluto inserire – con il pieno accordo di IdV, Sel e di tutte le liste alleate – anche la riattivazione della Commissione Pari Opportunità, lasciata in questi ultimi due anni in un lungo, sconfortante silenzio da parte dell’Amministrazione Raimondi.

 cs/Di Maggio

Lascia un commento