E’ in pieno svolgimento il Sinodo Diocesano che vede i sinodali impegnati in assemblea ogni martedì sera nella Chiesa Parrocchiale di Vindicio.

Come ha più volte ricordato il nostro amato Arcivescovo S.E. Mons. Fabio Bernardo D’Onorio tutto il lavoro sinodale non tende primariamente verso la promulgazione di norme.  Piuttosto il Sinodo è una fondamentale esperienza di Ascolto e della Parola e della Chiesa, esperienza che deve tendere verso un’autentica revisione di vita e, al tempo stesso, verso un rinnovamento del cuore della nostra Chiesa, che cammina nella storia incontro al Signore.

Il lavoro sinodale deve fornire primariamente orientamenti tesi a sgrossare le incrostazioni che rischiano di offuscare la bellezza della Sposa che il Signore ama teneramente e fedelmente di un amore eterno (cfr. Ger 31,3).

Sino ad oggi i sinodali hanno lavorato, per quanto concerne gli “Instrumentum laboris”, ai primi ventidue paragrafi inerenti “L’Annuncio e la Catechesi” e, in particolare, la catechesi per la vita cristiana, gli itinerari primo annuncio e gli itinerari di iniziazione cristiana. Alcuni paragrafi sono stati riformulati, alcuni eliminati, altri approvati senza modifiche. Si sta registrando un lavoro estremamente costruttivo e partecipativo, che vede tutti impegnati a dare il loro personale contributo. Innumerevoli gli interventi di presbiteri e di laici, l’Arcivescovo ascolta tutti con grande interesse e lascia che il dibattito segua il suo corso, non volendo influenzare l’assemblea, anche se i suoi interventi sono sempre ascoltati da tutti con grande interesse e attenzione. Lodevole il lavoro paziente del segretario del sinodo don Carlo Lembo.

Prossimo appuntamento domani martedì 15 maggio 2012 con inizio alle ore 19.00.

 

Il Capo Ufficio Stampa

 Marcello Caliman – diacono

Lascia un commento