La soddisfazione dell’ex sindaco Raimondi

È iniziato lo smantellamento dei serbatoi dell’area Eni come previsto dal Protocollo d’Intesa firmato l’11 aprile 2011 dall’ex sindaco di Gaeta Antonio Raimondi, dal presidente del Consorzio Industriale Salvatore Forte e dall’Eni. Alla fine dei lavori e in attuazione dell’accordo 25 ettari terneranno a disposizione della Città. Il protocollo ratificato dal Consiglio Comunale di Gaeta nel maggio dello scorso anno, prevede spazi per attività produttive, retroportuali, parcheggi, verde pubblico ed impianti sportivi. Successivamente anche lo spostamento del pontile petroli all’interno del porto commerciale.

Viva soddisfazione è stata espressa dall’ex sindaco Raimondi: “Finalmente, dopo un iter burocratico più lungo del previsto, Gaeta sta vedendo i risultati di uno degli atti storici approvati dalla mia Amministrazione. Avevamo intenzione di riconvertire quell’area per dare nuovi spazi di sviluppo per la Città e dopo oltre 50 anni i serbatoi stanno per scomparire dalla Piana di Arzano.”

Inoltre Raimondi commentando la nuova dicitura Formia-Gaeta della stazione di Formia  che sarà presente nelle ricerche sul sito di Trenitalia e sugli orari nelle altre stazioni, ha detto:“Auspico che il sindaco Mitrano sia capace di farsi ridare i 19 milioni necessari per completare la ferrovia entro il mese di luglio, durante l’assestamento di bilancio. È la prova per dimostrare che la cosiddetta filiera politica sia qualcosa di concreto”.

Lascia un commento