E’ stato ritrovato questa mattina il corpo di Davide Curcio, il pescatore di origini ponzesi rimasto intrappolato nel peschereccio ‘Santa Lucia’ affondato al largo di Vada, Livorno l’11 gennaio scorso.

Nel naufragio perse la vita anche il padre Silverio Curcio.

Le operazioni sono state eseguite dal Cacciamine Viareggio della Marina Militare e dai sommozzatori del comando incursori di La Spezia. Il relitto si trovava a una profondità di circa 70 metri. Il corpo è stato trasportato, per il recupero, alla banchina di fronte alla Guardia Costiera e poi trasferito a Pisa per l’autopsia.

 

Lascia un commento