Sono da poco passate le 20,00 quando – dopo oltre un’ora di attesa – la porticina che mette in comunicazione la sala consiliare con l’ufficio del Sindaco finalmente si apre e il neo Sindaco Cosimino Mitrano, seguito dai suoi cinque assessori, fa il suo ingresso nell’aula consiliare affollata come non mai da sostenitori, curiosi, candidati eletti e non.  Tifo da stadio ed entusiasmo alle stelle, che non c’era mi capitato di vedere prima d’ora. In verità – salvo la mezza sorpresa rappresentata dal Maggiore G di F Antonio Di Biagio, tecnico d’area indicato da Città Nuove – le deleghe assessorili erano state già da noi ampiamente anticipate nel nostro servizio di ieri. Queste sono comunque quelle ufficiali annunciate ieri :

Giambattista Balletta (Vicesindaco) (PdL ex An)

  • Economia del Mare
  • Gestione e pianificazione della fascia costiera, commerciale e turistica.
  • Portualità commerciale e turistica.
  • Lavoro e formazione per il mare.
  • Rapporti con Autorità Portuale ed Enti preposti.
  • Cantieristica navale, pesca.

Alessandro Vona (UDC)

  • Ambiente.
  • Demanio.
  • Turismo.
  • Arredo urbano.

 

Antonio Di Biagio (Citta Nuove)

  • Polizia municipale.
  • Protezione civile.
  • Attività produttive.
  • Commercio.
  • SUAP.

 

Cristian Leccese (PdL)

  • Lavori pubblici.
  • Patrimonio.

 

Pasquale De Simone (Azione Giovani)

  • Urbanistica.
  • Assetto del territorio.Come avevamo già detto, rimangono fuori dalla ‘spartizione’ le liste di Gaeta C’è e il Quadrifoglio che pure hanno eletto ben tre consiglieri. Cosa che Mitrano non ha mancato di sottolineare insieme ai ringraziamenti di rito. In mezzo a tanto entusiasmo, buoni propositi, ringraziamenti ai sacrificati, anch l’ annuncio di una quantità industriale di deleghe ( che si chiameranno coinvolgimento generale volontario della città) – con aria paciosa e quasi incidentalmente – il neo Sindaco non ha mancato di pronunciare la frasetta magica: “governerò finchè avrò i numeri poi…” tutti a casa a casa aggiungiamo noi. Tradotto:questo è il meglio che è stato possibile fare , per cui o così o pomì. Nel corso della presentazione e rispondendo alle domande dei giornalisti è stata confermata la presidenza del Consiglio a Luigi Coscione.

In merito alla composizione e distribuzione delle deleghe saltano all’occhio l’assenza di deleghe importanti come i servizi sociali,pubblica istruzione, sanità, cultura, sport e bilancio. Mentre quest’ultimo sembra sarà tenuto dal Sindaco per le altre branche dell’amministrazione sembra scontato il ricorso – nei prossimi giorni – a quelle che per semplicità continueremo a chiamare ‘deleghe’. Infine ci sembra una discrasia – probabilmente frutto della ricerca degli equilibri interni – l’assenza della delega al Demanio all’interno dell’innovativo assessorato all’Economia del Mare, a meno che la voce Demanio della delega di Vona di fatto escluda il Demanio Marittimo. Vedremo. Infine una cusiosità: sia il Consigliere di Città Nuove, Caso che l’assessore di riferimento Di Biagio sono appartenti alla Guardia di Finanza.

Intanto dalla Redazione di Gaeta24 gli auguri di buon lavoro alla nuova giunta.

Lascia un commento