.  

Un’edizione davvero ben riuscita che ha visto coinvolti cinque comuni, Terracina, Gaeta, Formia ed Itri, oltre che di poeti, giornalisti, scrittori, pittori, studiosi e musicisti.

Il FeLL 2012 ha fatto un passo avanti verso la crescita coinvolgendo un pubblico crescente e sempre entusiasta. Il gran finale è previsto domenica 29 Luglio, alle ore 21, nella Torre Caetani di Castellonorato. In linea con lo spirito del Festival, che mira a valorizzare al contempo risorse umane e stortico/archeologiche del territorio, la torre medioevale farà da cornice ideale per la presentazione del testo “Antichità di Gaeta e Formia” curato dal Dott. Daniele E. Iadicicco, presidente dell’Ass. Cult. Terraurunca.
Il libro è una ristampa di due saggi storici ottocenteschi scritti da Camillo Guerra, fine pittore di corte, e Bartolommeo Capasso, storico e archivista napoletano. Ne viene fuori una sorta di guida antica del Golfo di Gaeta, che descrive bellezze storiche ed archeologiche del territorio. In Guerra troviamo i tratti eleganti e poetici dell’artista che descrive le bellezze che lo circondano nel golfo. Capasso, invece, si sofferma sulle iscrizioni romane presenti in Formia. L’edizione è uscita per Caramanica editore in una fine veste grafica tascabile.
La serata vedrà ospiti la professoressa Prenner, docente universitaria, e la Dott.ssa Quadrino, ricercatrice archeologa.
Non solo letteratura, l’Ass. Terraurunca per il gran finale proporrà a seguito della presentazione del libro, un concerto di musica popolare del gruppo “Canzoniere dell’Appia” e  degustazioni di prodotti tipici, tra cui “i vaccarielli”, ricetta formiana antica marinaresca e di vino bianco. L’ingresso è, come sempre, assolutamente gratuito.

Lascia un commento