Per contribuire a informare pubblicheremo tutti i programmi dei candidati Sindaco che ci saranno inviati, nell’ordine in cui ci perverranno. Cominciamo con quello di Giovanni Erbinucci:

La politica rappresenta l’atto più nobile che ognuno di noi può e deve esercitare per migliorare lo stato sociale degli individui.
Le elezioni comunali rappresentano il momento più alto della partecipazione diretta alla vita amministrativa della città, per scegliere i delegati capaci di accogliere le proprie attese.
La chiarezza e la trasparenza dovranno rappresentare i principi guida per un’amministrazione capace di coinvolgere e tradurre in atti amministrativi le aspettative dei cittadini.

CASA COMUNALE

Le pubbliche amministrazioni rappresentano enti no profit fornitori di servizi diretti ai cittadini. Pertanto la produttività si dovrà misurare nell’esecuzione di opere e servizi necessari alla comunità. Attraverso la razionalizzazione e valorizzazione delle risorse umane disponibili, unitamente all’utilizzo delle tecnologie informatiche, si dovrà  migliorare l’efficienza, la qualità e la quantità dell’offerta pubblica.

PROGRAMMAZIONE E BILANCIO

Le risorse economiche a disposizione dei comuni sono sempre più ridotte, quindi sarà necessario eliminare gli sprechi e recuperare fasce di evasione fiscale, per tenere sotto controllo la spesa. Contemporaneamente nella determinazione delle tariffe si dovrà cercare di contenere la pressione tributaria al fine di non gravare ulteriormente sui cittadini, e predisporre regolamenti contenenti provvedimenti di chiara lettura, di facile applicazione e di univoca interpretazione, al fine di semplificare gli adempimenti burocratici e limitare i contenziosi.

AMBIENTE, SANITÀ E CONTROLLO DEL TERRITORIO

L’elaborazione di politiche di protezione ambientale costituisce il mezzo per realizzare uno sviluppo sostenibile integrato con il progresso economico.

Cimitero

L’impianto cimiteriale di Via Garibaldi versa in condizioni indecorose.

In considerazione che trattasi di struttura monumentale borbonica, si dovrà procedere alla riqualificazione, recupero e consolidamento delle cappelle comunali esistenti, iniziando da quella di S. Francesco vecchio.

Rifiuti solidi urbani e verde pubblico

Per garantire accoglienza e vivibilità si dovrà puntare sulla raccolta differenziata attraverso una capillare informazione e campagne di sensibilizzazione del cittadino.

Solo attraverso la collaborazione tra ente e utenza si possano ottenere risultati ottimali per proteggere e salvaguardare il verde pubblico. L’arredo urbano dovrà tenere conto anche della riattivazione delle fontane esistenti.

Telefonia mobile

Per la gestione della telefonia mobile e dell’inquinamento elettromagnetico dobbiamo porre in primo piano la tutela della salute dei cittadini.

Gli impianti, da collocare lontani da edifici sensibili, dovranno essere tutti installati su terreni comunali o demaniali, in modo da ridurre l’impatto ambientale e utilizzare le risorse economiche per la collettività.

Ospedale del Golfo

Riteniamo che l’area dei Cappuccini, ceduta gratuitamente alla Regione Lazio, possa essere utilizzata per accogliere una struttura ospedaliera in grado di soddisfare le esigenze del territorio, minimizzando i costi e razionalizzando i servizi.

POLITICHE SOCIALI

Non c’è crescita senza sociale. Particolare attenzione va rivolta all’incremento di risorse economiche da bilancio comunale per far fronte alle continue situazioni di bisogni e disagi contingenti dei nuclei familiari.

La particolare situazione economica sta creando fasce di povertà sempre più alte di cui la società civile e l’ente comunale si dovranno far carico.

Residenze per anziani

Riteniamo prioritaria l’individuazione di un’area da destinare a residenze per anziani nelle complesse particolarità dei bisogni. Il nostro territorio, per le proprie specificità climatologiche, si presta a tale ricettività, offrendo considerevoli possibilità occupazionali.

Comitati di quartiere

Ripristinare l’operatività dei comitati di quartieri deve rappresentare il primo obiettivo per il recupero del rapporto diretto con la città, tenuto conto delle loro funzioni sociali, attraverso suggerimenti e segnalazioni di disfunzioni.

 

TURISMO – SVILUPPO– OCCUPAZIONE

Per rendere concreto la vocazione turistica del nostro territorio è necessario innanzitutto predisporre un Piano del Turismo, in collaborazione con consorzi di operatori pubblici e privati, che non può prescindere dal recupero e valorizzazione della Piana di S. Agostino e dal Piano di utilizzazione degli arenili, che tenga nella giusta considerazione le attività produttive che insistono da qualche tempo sul territorio. Il lavoro è indissolubilmente legato allo sviluppo economico e quindi alle iniziative che devono configurare investimenti di capitali pubblici e privati.

L’ampliamento della capacità ricettiva alberghiera è condizione prioritaria per competere nel mercato mondiale del turismo.

Contemporaneamente per attrarre flussi turistici destagionalizzati è necessario utilizzare la nostra più grande risorsa: il campo sportivo (da rilocare), deve rappresentare il volano di un’ economia reale e duratura.

 

URBANISTICA E LAVORI PUBBLICI

Centri storici e Piani edilizi

Il recupero dei centri storici S. Erasmo e Porto Salvo,unitamente al completamento dei piani edilizigià approvati, dovrà rappresentare alla richiesta di prima casa di tanti nostri concittadini attualmente residenti in città limitrofe.

Nuovo Piano Regolatore

Il nuovo strumento urbanistico dovrà contenere i presupposti per dare alla città una pianificazione per lo sviluppo turistico e commerciale. Per i nuovi piani di edilizia economica e popolare si potranno utilizzare aree comunali per velocizzare le procedure di realizzazione delle abitazioni.

Noi crediamo che la tutela del territorio possa avvenire anche attraverso la valorizzazione di lotti, oggi abbandonati, permettendo l’edificazione di unità abitative residenziali contenute e non a fini speculativi.

Nell’immediato si dovrà ricorrere allo strumento delle varianti urbanistiche per interventi specifici e necessari.

VIABILITA’ E PARCHEGGI

Ferrovia

Il completamento del tratto ferroviario Formia – Gaeta è di vitale importanza per lo sviluppo del turismo e del commercio.

Parcheggi

La ricerca di aree strategiche, distribuite sul territorio da adibire a parcheggi, deve rappresentare un impegno prioritario, e di concerto con reperimento di aree derivanti da imbonimenti a mare.

Variante S. Agostino

La riqualificazione e l’adeguamento dell’asse viario che dalla Via Appia collega la piana di S. Agostino devono rappresentare traffico cittadino e per lo sviluppo delle aree circostanti.

POLITICHE ECONOMICHE E

PORTUALITÀ TURISTICA

Lo sviluppo del nostro territorio passa attraverso la riqualificazione e trasformazione di quattro macro aree:Ex stazione ferroviaria, ex vetreria Avir, campo sportivo Riciniello ed ex raffineria ENI.

La sinergia progettuale di questi siti deve favorire e garantire il decentramento di attività sociali, economiche e sportive al fine di assicurare una razionale vivibilità dell’intera città.

Si dovrà favorire la creazione di porti turistici, anche di piccole dimensioni, per incrementare la ricettività turistica del nostro territorio.

BENI DEMANIALI

Riappropriarci del nostro territorio e del patrimonio storico-culturale deve rappresentare l’obiettivo per recuperare noi stessi.

Pertanto, riteniamo doveroso proseguire l’opera già in atto richiedendo la restituzione dei beni demaniali.

POLITICHE SPORTIVE

Le attuali strutture sportive esistenti sul nostro territorio sono insufficienti. Sarà necessario definire aree compatibili, in una stretta collaborazione con le società sportive presenti, finalizzata all’accesso di finanziamenti pubblici e privati per la realizzazione delle strutture necessarie.

  Giovanni Erbinucci

Lascia un commento