Il Comune di Gaeta, ha diramato la seguente nota:

Nessun regalo né al sindaco né agli assessori. Tutt’altro. Il Sindaco e il Presidente del Consiglio hanno ribadito nell’assise del 4 luglio che hanno rinunciato alle indennità per il 2012 in linea con quanto lo stesso Mitrano aveva annunciato in campagna elettorale riscuotendo numerosi apprezzamenti. Non solo, ma il consiglio ha approvato all’unanimità anche l’abbassamento del 10 per cento delle indennità spettanti ad assessori e consiglieri comunali per tutto il mandato. Le somme recuperate, come indicato dallo stesso sindaco Mitrano, andranno a rimpinguare il capitolo di bilancio sui servizi sociali.

Chi scrive o fa insinuazioni su presunti regali a sindaco e assessori citando la delibera di giunta comunale del 15 giugno, ignora che si tratta di un provvedimento che, per legge e per prassi, si rinnova ogni anno in quanto recepisce gli adempimenti previsti dall’art. 82 relativi alle modalità di corresponsione della indennità di funzione degli amministratori.

E poi, ancora occorre ribadire una volta per tutte che ogni amministratore ha la facoltà di decidere come svolgere le proprie funzioni politico-amministrative e professionali, sempre naturalmente all’insegna del rispetto delle leggi. Dunque, il sindaco Mitrano ha deciso di rinunciare all’indennità per il 2012 e continua ad esercitare il diritto/dovere di dirigente di un ente comunale. L’essere dirigente di un Comune non è, come qualcuno banalmente continua a sostenere, un incarico; ma è una attività lavorativa: un’attività professionale che Mitrano esercita al pari di milioni di italiani e di migliaia di sindaci che hanno optato per il mantenimento del proprio posto di lavoro. Tutto nella massima legalità e nel pieno rispetto delle leggi.

 

 

_______________________________

Lascia un commento