A quanto pare i manganelli sono solo di destra, per la sinistra di CHIARA GIANNINI
Gennaio 2022, dalle cronache: “Torino: la polizia carica violentemente la manifestazione degli studenti”. Allora ministro dell’Interno era Luciana Lamorgese, presidente del Consiglio, Mario Draghi La sinistra tacque.
In questo Paese c’è un grosso problema: se stai a destra e applichi la legge, apriti cielo. Se stai a sinistra va sempre tutto bene.
I fatti di Pisa meritano di essere analizzati e se qualcuno ha sbagliato è giusto paghi, ma fomentare una caccia alle streghe nei confronti delle divise è inaccettabile.
In primis perché le Forze dell’ordine sono deputate al controllo sull’ordine e la sicurezza pubblica, in secondo luogo perché attaccare, generalizzando, la Polizia di Stato rischia di portarci a una deriva molto pericolosa.
Altra considerazione doverosa: ok ai cortei pacifici, ma la violenza è inammissibile, soprattutto quando si manifesta per la pace. E la pace non richiede mai violenza.
A Pisa tutti hanno notato le solite bandiere dei sindacati di sinistra, di Potere al popolo,i simboli dei centri sociali. Con chi ve la dovete prendere per quanto accaduto? Solo con chi strumentalizza i giovani studenti facendo credere loro che sia giusto usare la violenza per affermare un diritto.
Un diritto si afferma usando democrazia e intelligenza.
Perché i tanti giovani che sono scesi in piazza non fanno qualcosa di concreto? Perché non non si rimboccano le maniche e danno una mano alle tante organizzazioni umanitarie impegnate per aiutare a Gaza e in Ucraina, anziché andare a sputare ai poliziotti e insultare padri di famiglia che hanno l’unica colpa di essere in piazza a fare il proprio mestiere, spesso sottopagati?
I poliziotti non sono nemici degli italiani, sono anche loro cittadini, gente che crede nella divisa che indossa.
Se qualcuno ha sbagliato certamente deve pagare, ma se non si fosse organizzato un corteo illegale, forse, tutto questo non sarebbe accaduto.
La legge parla chiaro: chi manifesta senza autorizzazione può rischiare sanzioni che vanno fino all’arresto.
Altra cosa ancora: perché le manifestazioni si sono concentrate nelle regioni rosse come Toscana ed Emilia Romagna? Sara mica che il sottobosco estremista di una certa parte ha interesse a far cadere il governo?
Perché non si prende esempio dagli agricoltori, che protestano pacificamente e si stanno facendo ascoltare?
Perché si usa l’ideologia per imporre un credo?
A sinistra ci si dovrebbe ricordare che i poliziotti hanno i manganelli per mantenere l’ordine pubblico. E che c’è chi i manganelli se li porta nello zaino, magari in un Paese estero, senza esserne autorizzato. Ma in questi casi si deve tacere. Anzi, si diventa povere vittime.
Volete la pace? Iniziate a dare il buon esempio, cari signori di sinistra. A Gaza, in Ucraina, ovunque ci siano guerre, c’è tanto bisogno di braccia che vadano a dare una mano. Armiamoci (di pace vera) e partiamo.
Gli slogan politici, ve lo dice chi di guerre ne ha viste troppe, servono solo a creare divisioni.

Chiara Giannini

Lascia un commento