A partire dal prossimo 23 Aprile, il traghetto Quirino effettuerà una sola cosa al giorno, con partenza da Formia alle 8,30 e da Ponza alle 17,00. Le corse degli Aliscafi passeranno da una a due: partenza da Ponza alle 7.00 e alle 15.00 e da Formia alle 10,30 e alle 17,30. Una vera rivoluzione! E’ scritto nero su bianco sulla fotocopia di un fax di due pagine, datato 12 aprile e indirizzato al Comune di Ponza (c.a. Dott.ssa A. Iadicicco) dove si parla chiaramente di “orari concordati”. Oggi a Ponza il fax Laziomar è passato di mano in mano, ed ha scatenato un autentico putiferio. Immediato è partito il tam tam sui social network, subito si è organizzata una riunione semi spontanea a Calacaparra e Balzano uno dei tre candidati Sindaco ha immediatamente indetto una assemblea pubblica di protesta per lunedì 23 aprile alle 10,30 sulla Banchina Nuova (dove attraccano i traghetti), invitando anche gli altri candidati – Ferraiuolo e Vigorelli – a fare fronte comune.

Già da due settimane Radio Banchina – solitamente bene informata – trasmetteva:

Sembra che la dottoressa Iadicicco Commissaria Prefettizia di Ponza , abbia dato l’assenso del Comune alla proposta di ridurre le corse  giornaliere del traghetto da  due a una con il contestuale aumento delle corse di aliscafo da una a due La proposta di cui sarebbe titolare l’assessore Regionale alla Mobilità Lollobrigida è stata avanzata durante il tavolo tecnico tenutosi il 3 aprile in regione ed al quale hanno partecipato oltre all’assessore, il Sindaco di Ventotene Assenso, la Commissaria di Ponza Iadicicco, l’intero CdA della Laziomar presieduto dal Prof. Antonino Cataudella e composto da Maria Terenzi e Marco Silvestroni.”

La notizia però l’avevamo tenuta nel cassetto perchè non confermata. Infatti altre fonti, dicevano che alla Commissaria, la proposta era sì piaciuta , ma allo stesso tempo si era riservata una risposta, che – si diceva – volesse lasciare all’amministrazione eletta. Adesso però di fronte all’evidenza del fax, salvo eventuali smentite, dobbiamo ritenere che alla fine anche la dott.ssa Iadicicco abbia dato il suo assenso alla proposta Laziomar.

Se confermata,   quella della Commissaria è una scelta che lascia perplessi e che si fa fatica comprendere –  ha detto Antonio Balzano candidato a Sindaco della Lista “Per Ponza” – Si tratterebbe di una decisione d’importanza vitale per l’isola presa nell’imminenza della stagione estiva, a pochi giorni dalla scadenza del suo incarico e senza tener conto della petizione popolare che solo qualche mese fa ha raccolto circa 1500 firme a favore del mantenimento della doppia corsa del Quirino. Ci saremmo aspettati invece che, in questo periodo dell’anno, venisse richiesta ed ottenuto il ripristino della doppia corsa dell’aliscafo, di cui l’isola ha goduto fino allo scorso ottobre – senza per questo mettere in discussione le corse del traghetto.  Ma oltre lo sconcerto per la decisione che sembra aver preso la commissaria, lasciano l’amaro in bocca le dichiarazioni dell’assessore regionale Lollobrigida, che da un lato parla di attenzione della Regione per il valore ‘inestimabile’ delle isole Ponziane e all’altra avanza proposte di riduzione dei collegamenti invece di potenziarli in coerenza delle sue affermazioni. Abbiamo indetto un’assemblea pubblica di protesta per lunedì 23 aprile alle 10,30 sulla Banchina Nuova. Ci aspettiamo – conclude Balzano– che gli altri Candidati Sindaco prendano al più presto posizione su una questione così importante.”

portofranco

 

Lascia un commento