Ancora settimane di disagi e disservizi in vista per gli abitanti delle isole. Si è rotto l’aliscafo Monte Gargano e ancora una volta assistiamo allo spettacolo – purtroppo ormai consueto – della inefficienza e inadeguatezza della Laziomar.

Per un giorno intero nessuno ha saputo dire se, quando e come il Monte Gargano sarebbe stato sostituito. Solo oggi all’ultimo minuto si è appreso che l’Aliscafo Alnilam (normalmente destinato sulla tratta di Ventotene) invece di fare la solita corsa diretta per Ventotene delle 15,30 sarebbe andato prima a Ponza per poi proseguire per Ventotene.

E domani? Per ora l’unica cosa che si sa è che domani partirà  alle 14,45 da Formia per Ventotene via Ponza. Domani mattina e per i 15 giorni successivi la partenza da Ponza delle 8 non ci sarà e la nave delle 5,30 sarà l’unico mezzo per lasciare l’isola fino alle 14,30, quando il Quirino ripartirà per Formia.

E’ stato partorito il solito topolino. Non si capisce cosa impedirebbe all’aliscafo Alnilam di fare la corsa per Ponza anche la mattina? Sempre disagi, ma almeno limitati.

Di mezzi sostitutivi neanche a parlarne. Ma non c’è neanche un piano che, prevedendo le varie possibili avarie, scatti automaticamente e dia immediate risposte ai cittadini. Invece si assiste ad un continuo procedere per tentativi successivi. Nulla vieta che nei prossimi giorni, ci saranno altre variazioni  o aggiustamenti , come è già accaduto.

Ma la cosa più grave di tutte è che dall’isola continua a levarsi un silenzio assordante da parte degli aspiranti sindaci che invece avrebbero dovuto farsi sentire, se non altro per dare un saggio, se non delle loro capacità amministraive, almeno di quelle dialettiche. Così com’è stato da ottobre ad oggi.

Finora le uniche iniziative sono partite dalla dinamica Monia Sciarra,  non iscritta nel club dei candidati sindaci, da semplice  cittadina ha portato avanti, con coraggio, una serie dibattaglie in difesa dei diritti dei cittadini. Come ad esempio quella dell’autonomia scolastica e quella della sottoscrizione per la doppia corsa della nave, da sola o quasi. Anche oggi in quest’ultima circostanza….l’unica a battagliare.

 

Lascia un commento