Fonte e foto ANSA

LONDRA – Ore 10.35 locali, a Londra viene scritto un altro piccolo pezzo di storia delle Olimpiadi. C’é la prima batteria dei 400 metri e al via si presenta il primo atleta bi-amputato ammesso ad una gara dei Giochi. Dal 1896 ad oggi non era mai successo, ma Oscar Pistorius ha finalmente vinto la sua battaglia e può sfidare gli atleti normodotati correndo con le sue protesi in fibra di carbonio al posto delle gambe, amputategli quand’era bambino per una malformazione congenita.

 

Lascia un commento