DURE CRITICHE SULLE MANCATE DIMISSIONI DAL PARCO…

“Forse il consigliere Accetta ha dimenticato  – è scritto in una nota diffusa dal Movimento che vfa capo all’ex Sindaco raimondi – che la campagna elettorale è finita ed adesso la maggioranza dovrà pensare ad amministrare ed a produrre atti concreti, tra i quali certamente non rientrano le deleghe ai collaboratori volontari che stanno facendo ridere tutti. Nulla vieta che il Sindaco chieda consigli a dei collaboratori, ma le deleghe assessorili sono ben altra cosa, che richiede ufficializzazione e assunzione di responsabilità sia in consiglio comunale, sia negli uffici di riferimento, sia in città. Continuare a parlare di ufficializzazione dei collaboratori sa tanto di presa in giro per i cittadini e scarsa conoscenza della attività amministrativa, che nel caso di Accetta possiamo ben comprendere, essendo alla prima esperienza ammnistrativa”

Il comunicato del Movimento Progressista prosegue definendo pretestuose le scuse addotte circa le mancate dimissioni  del Sindaco Mitrano da commissario del Parco Riviera di Ulisse, che in questo modo danneggia ulteriormente la già scarsa gestione dei beni del Parco, tra i quali Monte Orlando che versa in una condizione di assoluto degrado. “Normalmente  – scrive il MP – ci si dimette immediatamente in modo che di fronte all’evidenza il Presidente della Regione nomina subito un nuovo commissario, ma anche in questo caso Accetta deve ancora mettere a fuoco tutti i meccanismi.”

 Un ulteriore affondo arriva anche sulla questione del mantenimento  – da parte di Mitrano – dell’incarico di Dirigente presso in Comune di Fondi: “Infine – concludono i Progressisti di Raimondi – per rispetto alla città di Gaeta ma anche a quella di Fondi, riteniamo doveroso che il Sindaco chieda l’aspettativa come Dirigente per dedicarsi totalmente all’attività politico-amministrativa, come anche gli assessori, per il bene di Gaeta. Sono queste le risposte che il Movimento Progressista, e pensiamo anche tanti cittadini, chiedono agli amministratori, e non considerazioni sui voti o sugli incontri del Sindaco. “

Lascia un commento