Il Movimento Progressista muove alcune critiche circostanziate all’Amministrazione Mitrano ed agli atti fin qui prodotti. “Sull’apertura di nuove farmacie l’amministrazione di Gaeta sta raccontando delle frottole che vanno svelate affinchè siano chiari gli atti amministrativi dell’Amministrazione Raimondi e di quella in carica. Il Sindaco Mitrano e l’assessore Di Biagio a fine giugno hanno cercato di venderci una bella storiella a proposito dell’apertura di una nuova farmacia, con relativo pomposo comunicato stampa.

Nella realtà però non hanno fatto altro che apportare una piccolissima correzione alla delibera della Giunta Raimondi N° 71 del 26/04/2012, che già aveva previsto l’apertura di due nuove farmacie sul territorio comunale, ma evidentemente, in assenza di alcun risultato positivo tangibile, la nuova amministrazione si muove con il classico atteggiamento di propaganda tipico del loro capo Berlusconi.

Successivamente, preso dall’euforia, ha comunicato alla città che il Comune diventerà presto proprietario di una farmacia comunale, probabilmente attraverso una municipalizzata nella quale dovrà conferire risorse economiche, assumere farmacisti e fare una società mista pubblico-privato.

Peccato che le farmacie comunali in molti casi possono diventare una voce di uscita per le casse comunali. La forte crisi di molti settori potrebbe ripercuotersi anche sulla vendita di medicinali e molti Comuni le stanno dismettendo perché i risicati margini di guadagno, quando ci sono, si stanno assottigliando, ma in molti casi i bilanci si chiudono addirittura in perdita. Se poi aggiungiamo che l’apertura della farmacia comunale dovrebbe avvenire in una zona periferica scarsamente conveniente dal punto di vista commerciale, i dubbi restano forti, Inoltre che il Comune dovrebbe assumere, cosa molto difficile con il blocco delle assunzioni, farmacisti ed altre figure, oltre a sostenere tante altre spese che, messe insieme, potrebbero generare perdite consistenti che andranno a gravare sul bilancio comunale. A chi converrebbe alla fine l’apertura di una farmacia comunale?

 

Anche sulla raccolta rifiuti l’atteggiamento è lo stesso, cioè  mentre la città è sempre più sporca continuano con i proclami ed i faremo ed invece finora nulla è stato fatto, tranne la definizione delle linee guida e l’ultimazione dei lavori dell’isola ecologica, frutto ovviamente dell’impegno e delle risorse messe in campo dall’Amministrazione Raimondi.

Quanto dovremo aspettare per vedere finalmente il tanto fantasticato cambio di passo? Quello che c’è stato finora è solo in negativo, a cominciare dall’aumento di tutte le tasse locali?”

Lascia un commento