I due rampolli si godono le vacanze. Dove cominciò il loro amore. Per sottolineare ancora una volta, se ce ne fosse bisogno, che la coppia va a gonfie vele

Pierre Casiraghi e Beatrice Borromeo tornano a Ponza, dove nacque il loro amore. Per una vacanza a suon di baci, coccole, tenerezze e tanto divertimento con gli amici.

SI AMANO DAVVERO – Due che si baciano così sono fortunati, si amano davvero. Alla faccia di chi li voleva in crisi . Perché Pierre Casiraghi e Beatrice Borromeo, protagonisti del jet-set ma anche di quotidiane polemiche, rappresentano da oltre quattro anni una coppia riuscita.

[banner size=”468X60″ corners=”rc:0″]

A PONZA – L’obiettivo li sorprende a Ponza, scenario antico della loro prima passione, e stavolta in allegra compagnia. E reduci dalle nozze tra Carlo Borromeo e Marta Ferri

Nell’estate 2008, Pierre e Beatrice puntarono sulla vicina isola di Palmarola e lassù, sullo scoglio che ospita la cappella dedicata al santo patrono Silverio, le prime immagini di un amore incontenibile. Quattro anni dopo, il replay. Per arrampicarsi sullo scoglio ci vogliono sudore e fatica, ma quello era un luogo caro al papà di Pierre, Stefano Casiraghi . Ci andava con Caroline negli Anni 80, quando il loro panfilo era ormeggiato tra lo yacht degli Agnelli e il Moro di Gardini. Sembra che Casiraghi fosse devoto a San Silverio ed è forse per questo che Pierre, in vetta con la comitiva, si stacca da tutti e arriva per primo a raccogliersi in preghiera. Beatrice lo raggiunge, l’abbraccio scioglie la commozione.

CON GLI AMICI – Sullo storico yacht di famiglia, il Pacha, sono imbarcati una decina d’amici. C’è anche Matilde, sorella di Bea, con il marito Antonius von Fürstenberg: tutti reduci dal matrimonio a Pantelleria di un altro Borromeo, Carlo, con Marta Ferri (figlia del famoso fotografo Fabrizio –. Gioventù dorate, famiglie che s’intrecciano. Ma nascere fortunati non può essere un peccato da scontare. Beatrice e Pierre sembrano fatti l’uno per l’altra. Stesso look casual chic, entrambi hanno vissuto l’infanzia in campagna. Lei ricorda «il latte appena munto, le guerre tra le balle di cotone con Carlo, Matilde, Isabella e Lavinia : mamme diverse ma, tra noi, fratelli veri». Lui aveva appena tre anni, quando il padre Stefano morì in mare nel 1990 e mamma Caroline si ritirò nell’eremo provenzale di St. Rémy.

ANTICONFORMISTA – Beatrice, libera e anticonformista, giornalista ad Annozero e al Fatto Quotidiano, un master a New York, vede così il suo futuro: «Un marito, figli, cane e caminetto». Di Pierre non conosciamo i sogni. Ma c’è da credere che viaggi sulla stessa lunghezza d’onda della fidanzata. E che dopo le annunciate nozze del fratello Andrea con Tatiana Santo Domingo , tocchi a loro regalare l’ennesima favola.

LA RISSA? DIMENTICATA – La gita a Palmarola si presta anche a una gara di tuffi dallo yacht e alle prodezze d’acqua di Pierre. Si fa notare un ragazzo vestito da Superman che, così agghindato, se ne va poi a passeggio per Ponza e per un po’ ruba la scena alla coppia. La sera, al ristorante Il tramonto, il mistero è svelato: sta per sposarsi, è l’ultima follia di un addio al celibato con spogliarellista d’ordinanza. L’ultima follia di Pierre, che sembra sempre più partecipe dell’impresa di famiglia a Monaco, è invece il coinvolgimento in una rissa a New York . Acqua passata, anche quella, con un bacio di Beatrice.

Michela Auriti

Lascia un commento