Domenica a Ponza, sbarca  il Campodimele, una delle più belle squadre viste all’opera nel girone N. Costruita per vincere il campionato, finora non ha raccolto in termini di punti quanto ha messo in mostra in qualità di gioco, perdendo qualche colpo di troppo proprio nelle trasferte.

Il Ponza dal canto suo, dopo la immeritata sconfitta interna con il Penitro, non può permettersi un altro passaggio a vuoto, pertanto durante la settimana la squadra ha lavorato cvon impegno e si è preparata con molta convinzione per poter fare bene domenica, quando anche un punto non sarebbe da buttar via.
Mister Verbini domenica recupera oltre a Rispoli Biagio  anche Aprea Silverio e Negri Felice, ma forse dovrà fare a meno di Migliaccio Giulio. Per cui la probabile formazione potrebbe essere: Rispoli Biagio, Merche Silverio, Tescione Giovanni,Vitiello Francesco, Vitiello Alessio; Morlè Alberto, Napolitano Raffaele, Mazzella Luigi, Rispoli Domenico;
Aprea Silverio( Migliaccio Giulio), Napolitano Francesco. In panchina dovrebbero andare invece: Negri Felice, Toppetta Antonio, D’Alessandro Igino,Vitiello Mirco, De Martino Marcello.
Il Punto sul campionato:
Se per il Ponza quella di domenica contro il Campodimele è una partita sulla carta difficile, non molto meglio stanno le altre squadre di bassa classifica. Infatti l ‘Amatori Circeo riceve l’Atletico Castelforte, terza forza del campionato. Il fanalino di coda Rinascita ospita un Penitro lanciato nelle sfere alte della classifica dal successo col Ponza, mente lo Sperlonga si gioca, sul campo di Itri, una specie di spareggio salvezza con il Pro Formia. Turno  non facile neanche per il Real Spigno che riceve uno Scauri a cui è sempre difficile strappare i tre punti.
Per la zona alta della classifica turno sulla carta  abbordabile per il Montenero che va  sul campo del San Lorenzo, e anche per il Suio che riceve un Vis Terracina apparso non trascendentale nelle ultime uscite. La Don Bosco Gaeta è invece chiamata, tra le mura amiche, ad una non facile rivincita contro il forte Altetico Maranola  dal quale all’andata fu battuto con una  secca quaterna.

La Redazione di Ponzanotizie in collaborazione con Pol Ponza

Lascia un commento