Non fa sconti a nessuno Pina Rosato . Infatti in questa nota diffusa dal suo ufficio stampa bacchetta anche Mitrano, sgombrando così il campo da insinuazioni provenienti da ambienti vicini al sindaco in carica, che adombravano ‘ strani idillii’ con il candidato della PdL, Mitrano:

“Gaeta dalla padella alla brace: no Fazzone Sindaco di Gaeta”
Gaeta non merita di passare da un governo pessimo come quello di Raimondi ad un’amministrazione guidata da Fazzone. Questo è quanto accadrebbe con Mitrano Sindaco. Abbiamo già sperimentato con l’amministrazione Magliozzi i danni e la cattiva gestione del comune con l’aggravamento della totale dipendenza di Gaeta dalle scelte di Fazzone, che si è
immischiato in tutte le azioni di governo, relegando Gaeta ad essere una “dipendenza” di Fondi. A conferma di questo pericolo è la continuità dell’esperienza Magliozzi con la candidatura Mitrano, concretamente rappresentata da personaggi protagonisti allora e che si
ripropongono oggi a sostegno del candidato del PdL. A sostegno di Mitrano c’è un  connubio di forze e di personaggi politici che darebbero vita ad un’amministrazione che i cittadini di Gaeta non meritano.

In più il sostegno a Mitrano di Storace insieme a Fazzone rappresenterebbe pienamente il ritorno al passato per la nostra Città.
Propongo ai cittadini di Gaeta un cambiamento vero attraverso la mia candidatura e ringrazio il mio partito, il Partito Democratico, rinnovato e libero da condizionamenti esterni a cui vecchi esponenti erano legati, nonché le forze civiche che mi sostengono perché vogliamo
rappresentare un rottura ed una discontinuità con la vecchia politica e con le vecchie giunte. Gaeta deve voltare pagina e la principale preoccupazione è restituire trasparenza all’azione politica dell’Amministrazione comunale respingendo con determinazione i tentativi
della criminalità organizzata di mettere le mani su Gaeta. Vogliamo impegnarci nei confronti della città per garantire una macchina amministrativa comunale efficiente al servizio dei cittadini, degli artigiani, dei commercianti e delle imprese per sostenere le nostre
aziende e chi vuole investire abbattendo la burocrazia e dando efficienza alla macchina amministrativa comunale. Voglio istituire da Sindaco un confronto permanente con le associazioni che rappresentano le imprese per confrontarci e intervenire sui punti più critici ed in modo tempestivo. La riqualificazione dell’area ex Avir, il water front, il porto turistico, il piano spiaggia, l’area ex ENI sono aree urbane, progetti e strumenti urbanistici che rappresentano un patrimonio per Gaeta e ogni progetto dovrà essere discusso con la Città e con il Consiglio Comunale in modo trasparente per assicurare scelte nella direzione del bene comune, quello dei cittadini di Gaeta e non di qualche imprenditore spregiudicato o di politici che pretendono di governare Gaeta da fuori per interposta persona.

Pina Rosato
Candidato sindaco di Gaeta

 

Lascia un commento