NON HANNO DEMOCRAZIA MA “UNITI PER GAETA” LI SURCLASSERA’

Antonio Salone, assessore all’Ambiente del Comune di Gaeta nonché esponente della Lista Civica “Uniti per Gaeta” ha voluto fare chiarezza una volta per tutte riguardo il suo rapporto con l’Idv, compreso il suo allontanamento dal Partito senza contraddittorio alcuno decretato dai vertici regionali. “Ho lasciato il Partito in seguito al verificarsi di tantissime anomalie all’interno del comparto regionale.- ha spiegato SaloneTali dirigenti si sono comportati male, non soltanto nei miei confronti, ma anche nei riguardi dei maggiori esponenti di Latina, vale a dire De Amicis, Romano, Pappacena. Peccato, perché eravamo davvero un bel gruppo. Qualcuno mi accusa di aver cambiato varie formazioni politiche, ed è vero. Ciò è avvenuto non solo per una certa inesperienza ma anche per aver voluto conoscere, valutare idee e personaggi dei vari partiti. E comunque, ad essere franchi, Antonio Salone non ha appartenenza politica, non mi stancherò mai di sottolineare il fatto di considerarmi un uomo del popolo. Assieme a me hanno abbandonato il Circolo di Gaeta che avevamo fondato, il consigliere comunale Giampaolo La Selva e altri 48 iscritti. Eravamo animati da tanta voglia di far bene, da una significativa dose di entusiasmo. Ma l’Italia dei Valori si è rivelata una delusione. Altro che serietà, comprensione, valori, vicinanza alla gente. Nulla di tutto questo. Mi è dispiaciuto molto abbandonare tale esperienza, credevo fermamente nell’Idv dopo le precedenti militanze nel Pdl e nel Pd.Ma al contrario di questi ultimi partiti, nell’Idv non esiste democrazia. Non contano i tesseramenti, si ignorano gli impegni ed anche gli sforzi degli iscritti ed attivisti a livello locale. Per i dirigenti di Roma sono importanti solo le loro poltrone. Non ho nulla contro il segretario cittadino Ciccariello, ma vedrete che i nostri rispettivi risultati elettorali parleranno chiaro. Tante persone continuano ancora a complimentarsi con me, avendo negli occhi la splendida festa Idv che ho allestito la scorsa estate. Ebbene, non credo che in Italia il partito di Di Pietro ne abbia allestiti molti di simili appuntamenti, che tra l’altro servono per diffondere idee ed avvicinarsi al popolo. E’ giusto però specificare che il Partito si avvale anche di ottime persone come lo stesso De Amicis, che è ancora all’interno dell’Idv. Io non potevo restare trattandosi di una battaglia persa in partenza. I dirigenti regionali, accantonando De Amicis, Romano, Pappacena ed anche il sottoscritto, hanno preferito ascoltare personaggi di minore spessore a livello di impegno politico e dalla scarsa consistenza a livello di tesseramento.”

Poi da parte del rappresentante di “Uniti per Gaeta” arriva un’altra significativa puntualizzazione:“Anche se è passato un po’ di tempo, vorrei raccontare come al mio ingresso nella Giunta Raimondi,-ha detto Saloneabbia fatto seguito una “carognata” da parte dei vertici Idv. Nessuno, quantomeno per rispetto, si è degnato di chiamarmi per una spiegazione, per dei chiarimenti. Nemmeno i regimi dittatoriali agiscono in tale modo. Tuttora sono amareggiato ma la vita va avanti. Sono queste, esperienze che ti provano ma sono capaci di fortificarti ed in un certo senso aumentano la convinzione di aver agito e di continuare ad agire per il bene della città. Ed i fatti lo stanno dimostrando. Ho aderito al Gruppo Misto di maggioranza ma vorrei precisare che nell’ambito dell’Amministrazione Comunale rappresento un’espressione diretta del Sindaco Raimondi, che ha optato per una persona concreta, che lavora sodo, che ha a cuore le sorti di Gaeta e di ciò continuo a ringraziarlo.Purtroppo capita che in alcune occasioni la politica e la burocrazia azzoppino il lavoro di noi amministratori e per un lavoro che un’impresa mediamente è capace di realizzare in una settimana, occorrano invece dei mesi. E proprio pochi giorni fa circa abbiamo presentato ufficialmente la Lista “Uniti per Gaeta” che sosterrà la candidatura a Sindaco di Antonio Raimondi. Perdonatemi se ne parlerò sempre con una punta di orgoglio, ma è un Movimento nato con entusiasmo, fervore, passione e tanta voglia di far bene. Ne fanno parte molti giovani, professionisti, gente semplice accomunata dalla sensibilità per la propria città e per il suo sviluppo in tutti campi. Amici questi che, come me, intendono arrivare primi per aiutare gli ultimi.”

 

Ufficio Stampa e Comunicazione “UNITI PER GAETA”

Lascia un commento