arzano

La Camera di Commercio di Salerno, nell’ambito delle funzioni di regolazione del mercato e tutela della fede pubblica, nel primo semestre del 2013 ha effettuato un’intensa attività di verifica circa la regolarità e il corretto funzionamento degli strumenti metrologici utilizzati nell’ambito delle transazioni commerciali, con particolare riguardo alle bilance e agli impianti di distribuzione di carburante.

Le attività di verifica sono avvenute in parte presso gli uffici della Camera di Commercio e in parte in seguito ad ispezioni presso le imprese, in alcuni casi congiuntamente ai militari della Guardia di Finanza e dell’Arma dei Carabinieri. Hanno riguardato 3.668 strumenti di misurazione e comportato l’erogazione di 17 sanzioni amministrative, 6 sequestri amministrativi e un solo sequestro penale, a riprova di una altissima percentuale di regolarità degli impianti e degli strumenti ispezionati.

Più nel dettaglio, le verifiche ispettive, svolte senza preavviso, hanno riguardato gli impianti stradali di distribuzione di carburante dove l’attenzione si è concentrata sulla genuinità dei sigilli metrici apposti, l’osservanza degli obblighi di verifica periodica prevista dalle norme e il rispetto delle tolleranze sulle quantità di carburante erogato, ed è nell’ambito di tali attività che si è proceduto all’unico sequestro penale effettuato.

Nel mese di giugno è stata condotta una campagna specifica sugli esercenti l’attività cosiddetta di “compro oro”, concentrata sulla regolarità formale e sostanziale delle bilance utilizzate. Nel dettaglio, sono stati verificati 34 strumenti per pesare presso 28 aziende della provincia di Salerno. L’attività di verifica ha comportato l’applicazione di 9 sanzioni amministrative (su un totale di 17) e il sequestro in via amministrativa di 6 bilance (pari al totale dei sequestri effettuati).

L’attività ispettiva proseguirà con la stessa intensità anche nel prossimo semestre con le verifiche di rito, a cui si aggiungeranno quelle attinenti la sicurezza dei prodotti in virtù della convenzione sottoscritta con l’Unioncamere. Il programma di attività prevede 103 visite ispettive, 15 controlli documentali e 19 prove di laboratorio.

“Le Camere di Commercio svolgono importanti attività volte ad assicurare la certezza e la affidabilità dei sistemi di misura nonché la rispondenza dei prodotti alla normativa in tema di sicurezza di livello sia nazionale che comunitaria – dichiara il presidente dell’Ente camerale salernitano Guido Arzano.  Si tratta di un contributo fondamentale che il sistema camerale assicura quotidianamente, affinché nel mercato si sviluppino tra imprese e consumatori relazioni improntate alla correttezza, trasparenza e lealtà delle transazioni commerciali. In questo momento specifico, l’esigenza è ancora più avvertita, soprattutto dal lato dei consumatori, a causa del perdurante segno negativo che caratterizza oramai da anni i consumi delle famiglie”.

Lascia un commento