polizia

Si rifornivano a Torre annunziata e in Emilia Romagna di sostanze stupefacenti che poi rivendevano sul mercato di Salerno e della provincia. L’organizzazione dedita al traffico in particolare di   hashish, è stata smantellata dagli agenti di Polizia della Questura di Salerno coadiuvati da quelli oplontini. 23 le persone tratte in arresto all’alba. Gli agenti hanno notificato 14 ordinanze di custodia cautelare in carcere, 9 ai domiciliari. Si tratta di
promotori, finanziatori, fornitori, corrieri e custodi delle
sostanze stupefacenti. Dell’articolata banda due soggetti sono sfuggiti alla cattura. I provedimenti sono stti emessi dal Gip del Tribunale di Salerno su richiesta della Direzione distrettuale antimafia.

Le indagini, avviate nel 2010, hanno consentito di individuare l’organizzazione, operante principalmente a Salerno e in alcuni comuni limitrofi come Pontecagnano, Faiano e Castel San Giorgio. La pista seguita dagli  investigatori ha portato alle piazze di spaccio oplontine ma anche a quelle di alcune regioni del Nord Italia. Già il 18 dicembre dello scorso anno la polizia sequestrò 26 chilogrammi di hashish diretti dal settentrione a Salerno verificando che l’acquisto della droga era stato effettuato a Reggio Emilia. Nel blitz di oggi invece sono stati sequestrati altri 2 chilogrammi, sempre di  hashish, scoperti dopo diverse perquisizioni effettuate nelle abitazione e nei depositi di alcuni soggetti finiti in manette. In tutto le Forze dell’Ordine hanno scoperto e sequestrato oltre 70 chilogrammi di hashish.

Lascia un commento