polizia

Salerno. Due tabacchi rapinati nel giro di un’ora ieri sera a Salerno. Attimi di terrore a Torrione e nel quartiere Carmine.
Erano da poco passate le 20 quando un uomo, con il volto coperto da una sciarpa e armato di pistola, ha fatto irruzione nel tabacchi di via delle Muratelle, nei pressi di via Pietro del Pezzo a Torrione, spaventando la moglie del titolare dell’esercizio commerciale. Il ladro, armato di pistola, ha intimato la consorte del proprietario del negozio di consegnargli l’intero incasso di giornata, che alle 20 ammontava a 800 euro circa. Il rapinatore, dopo aver ricevuto i soldi, non si è accanito contro la donna usando la violenza ma ha pensato bene di darsi subito alla fuga facendo perdere le sue tracce insieme ad un complice, che lo aspettava fuori dal tabacchi a bordo di un’automobile. Immediato è stato l’intervento degli agenti della sezione ‘Volanti’ della Questura di Salerno, che hanno subito disposto posti di blocco in tutta la zona ed ascoltato i testimoni oculari per cercare di risalire all’autore del colpo. L’intero quartiere Torrione, infatti, è stato controllato dai militari, che però non sono riusciti ad acciuffare l’uomo che ha terrorizzato la moglie del proprietario del tabacchi di via delle Muratelle. Le ricerche per risalire all’identità del ladro continueranno anche nella giornata di oggi. Al vaglio degli inquirenti anche le immagini delle telecamere a circuito chiuso presenti nella zona. Gli agenti infatti, sin da ieri sera, stanno guardando i video per risalire al ladro. Non è la prima volta che il tabacchi di via delle Muratelle viene preso di mira dai ladri. L’ultimo episodio di una lunga serie, infatti, è accadduto il pomeriggio della scorsa vigilia di Natale. Anche in quel caso un balordo riuscì a portare via un cospicuo malloppo.
Ma non c’è stato nemmeno il tempo di focalizzare il colpo di Torrione che, qualche istante dopo, l’allarme è arrivato nel cuore della città, nel quartiere Carmine. Stavolta l’obiettivo dei ladri è stato il tabacchi di via Francesco Crispi. Due uomini, a volto scoperto e armati di pistola, hanno fatto irruzione all’interno del locale commerciale obbligando il titolare a consegnargli l’intero incasso che, intorno alle 21, non superava il centinaio di euro. Sul posto sono giunti i carabinieri del compagnia di ‘Largo Pioppi’, che però non sono riusciti a risalire agli autori del colpo. I militari, almeno per il momento, non escludono che i ladri di via Crispi siano gli stessi che hanno rapinato il tabacchi di via delle Muratelle a Torrione. Anche in questo caso saranno esaminate le registrazioni dei sistemi di videosorveglianza della zona, per capire se la rapina del rione Carmine può essere strettamente collegata a quella messa a segno intorno alle venti nella zona orientale. I militari infatti, sin da ieri sera, stanno passando al setaccio i video per risalire al ladro.
Le rapine di ieri sera adesso riaprono la spinosa questione dell’allarme micro criminalità nel capoluogo, con i commercianti che invocano sempre più controlli delle forze dell’ordine nelle ore serali.

Lascia un commento