32413_10151162013771401_1256219766_n

Il Consiglio di Stato boccia la sentenza del Tar di novembre e conferma la legittimità della stipula dei contratti ai docenti universitari nella nascente azienda ospedaliera universitaria del ‘Ruggi d’Aragona’. Il direttore generale del nosocomio salernitano, Elvira Lenzi, dovrà procedere alla contrattualizzazione dei docenti. Un altro punto a favore del rettore dell’Ateneo salernitano, Raimondo Pasquino, e della facoltà di Medicina nella sua affermazione all’interno della struttura di via San Leonardo. La sentenza del Tar di novembre, con cui si accoglieva il ricorso della associazione Ostetrici Ginecologi Ospedalieri Italiani e della federazione sindacale Medici Dirigenti contro la costituzione dell’Azienda ospedaliera universitaria di Salerno, avallando il non conferimento  di incarichi per attività assistenziali dei docenti universitari all’interno del ‘Ruggi’, è stata sospesa. Con ordinanza n. 569/2013  il Consiglio di Stato, Sezione Terza, ha accolto l’istanza dell’Università degli Studi di Salerno e della Regione Campania e sospeso la sentenza del Tar Campania-Napoli che  impediva al manager dell’azienda ospedaliera di procedere alla contrattualizzazione del personale universitario, impedendo l’attività assistenziale all’interno dei reparti del nosocomio, interrompendo la didattica agli studenti della facoltà di Medicina. Il Consiglio di Stato ha constatato “l’urgenza di sospendere gli effetti dell’impugnata sentenza appare sussistere alla luce del fatto che il direttore generale non ha proceduto alla stipula dei contratti con i docenti universitari, con imminente pregiudizio per la continuità dei corsi per gli studenti” ed ha riconosciuto il deficit di legittimazione delle associazioni sindacali appellatesi al Tribunale Amministrativo della Campania. Con l’ordinanza è stato così disposto che il direttore generale del ‘Ruggi’ deve procedere alla regolarizzazione mediante contratto per l’attività assistenziale svolta dai docenti universitari nella struttura di via San Leonardo, ribadendo la necessità di garantire la continuità didattica ed assistenziale del corso di laurea in Medicina e Chirurgia. Passo dopo passo, la posizione dell’Università e della nuova azienda ospedaliera si fa sempre più forte, dopo i contrattempi di questi mesi che hanno ostacolato il percorso della facoltà di Medicina. In queste settimane c’è stato silenzio sulla stesura dell’atto aziendale che avrebbe chiarito e ufficializzato i rapporti tra ospedalieri e universitari al ‘Ruggi’, ma da adesso ci sarà un una spinta in più per procedere alla completa realizzazione dell’azienda ospedaliera universitaria a Salerno.

Lascia un commento