Agropoli – Gaeta 2-1

Campo Sportivo di Serino (AV)

Agropoli: Canalicchio; Vitale; Calabuig; Itri; Lombardi; Sekkoum; Toscano; Manfredikni; D’Attilio; Carotenuto; Mallardo    All. Nastri

A disp.: Muro; Pagano; Parisi; Montano; Aiello; Mari; Bencardino; Margiotta; Sosaro

Gaeta: Capodici( st Maffeo); Mantoan (st Arena); De Filippis(st Simonetti); Romeo(st Assiduo); Fortunato(st Russo);Elitro; Sandu(st Armenio); Diouf(st Ouahdani); Martinez(st Leccese);Visciglia(st Monaco);Lucarelli(st Allegretto)    All.: Melchionna

 

Arbitro Sig. Vignola di Mercato San Severino

Al primo test di precampionato 2012-2013 il nuovo Gaeta di mister Melchionna si ritrova in terra irpina, esattamente a Serino, al cospetto di un avversario quotato come l’Agropoli e già rodato essendo alla sua terza amichevole. Il club campano, allenato da Nastri ed iscritto al campionato di serie D con ambizioni di vittoria finale, è molto più avanti con la preparazione e lo si nota subito mentre i biancorossi, che in questi giorni stanno lavorando duro soprattutto a livello di potenziamento  atletico, hanno le gambe imballate. L’Agropoli si presenta in campo con due ex biancorossi, i difensori Vitale e Calabuig ed un certo Manfredini, abituato ai palcoscenici di serie A (ricordiamo la Lazio). Anche se in  questa realtà campana il tecnico ha adattato quest’ultimo a regista di centrocampo. Parte la gara ed il Gaeta, nonostante  la supremazia dei padroni di casa, in ritiro qui a Serino nell’Avellinese, tengono bene il campo. E al 5° è Visciglia con una magia direttamente su calcio di punizione a portare in vantaggio i biancorossi, un goal spettacolare. Al 23° Fortunato, centrale difensivo gaetano, autore di una prestazione maiuscola, sfiora la traversa con un bel colpo di testa. L’Agropili reagisce anche se il Gaeta non corre grossi pericoli. Al 28° Sandu d’impeto stende un avversario in area di rigore. L’arbitro decreta il penalty e sul dischetto va Carotenuto.Ed  ecco che arriva il capolavoro di Capodici, probabilmente il migliore in campo, almeno per tutto il primo tempo visto che poi uscirà nella ripresa. Una parata strepitosa, che impedisce il pareggio ai ragazzi di Nastri. Al 39° un’altra bella parata dell’estremo difensore gaetano su calcio di punizione dei campani. Il primo tempo si chiude con il vantaggio dei campani. Nella ripresa girandola di sostituzioni per entrambe le squadre. In campo per i biancorossi entrano tanti under, che tra l’altro si disimpegnano bene. Il pareggio dell’Agropoli arriva al 18° con Mallardo. Al 26° invece giunge il sorpasso definitivo con Margiotta lesto ad infilare su cross di Mallardo. A fine gara registriamo un breve commento di Melchionna.”Al di là del risultato,che in incontri del genere non ha  valore, si è trattato di una bella prova di carattere per il nostro team –ha dichiarato il tecnico– Una squadra completamente nuova, la nostra, che ovviamente ha bisogno di un po’ di tempo per ben recepire gli schemi e soprattutto avere la giusta amalgama. Se poi si considera il fatto che fin quando le squadre si sono affrontate con gli undici “titolari” (primo tempo e parte della ripresa) il Gaeta è riuscito a restare in vantaggio contro una compagine forte come l’Agropoli, c’è da essere decisamente soddisfatti. Il gran caldo ed i carichi di lavoro pesanti si sono fatti sentire. Però i ragazzi ce l’hanno messa tutta e quindi posso dire che torniamo con delle note positive.”Domenico Cerruti presidente dell’Agropoli, ha salutato gli ospiti con delle parole di apprezzamento. “Devo fare i complimenti al Gaeta perché trattandosi di una società in pratica creata ex novo, hanno una bella organizzazione.- ha detto il massimo dirigente campano- Con i biancorossi abbiamo ottimi rapporti e sono contento di questo rapporto di amicizia e di stima che si è instaurato tra i nostri due club. Mi è piaciuta anche la gara che ha disputato il Gaeta, in cui si fanno apprezzare delle belle individualità e dei giovani davvero interessanti. Auguro loro di poter disputare un ottimo campionato.”

foto Roberto D’Angelis (Ufficio Stampa Gaeta Calcio)


Lascia un commento