Iris Serapo Gaeta – Mec Energy Roseto 78-66iris Antonello Lilliu

Non vendere la pelle dell’orso prima di averlo ucciso ; il proverbio cala a pennello sulla Iris Serapo Gaeta che batte con merito la Mec Energy Roseto e risponde a chi li voleva già in vacanza. Ma chi conosce i ragazzi biancoverdi sa benissimo che non è così e questo trionfo ne è stata la dimostrazione: una gara perfetta dove tutti hanno dato il loro contributo, imbrigliando i più quotati avversari che sono riusciti sol con l’individualità e l’esperienza dei singoli a non uscire dal Palamarina con le ossa rotte.

Inizio di gara di marca Rosetana che piazza subito due triple per il 6-0 iniziale, ma la squadra di casa man mano si riprende e trascinata da Capitan Marrocco riesce a recuperare il divario ed addirittura chiudere in vantaggio il primo quarto con il punteggio di 16-15. Nel secondo quarto il capolavoro biancoverde: i ragazzi di Coach Nardone giocano una pallacanestro siderale, sia in attacco che in difesa, ed il divario diventa importante: Lilliu inizia a scaldare i motori per una serata che sarà epica, De Fabritiis fa impazzire i suoi dirimpettai; Marrocco, Pietrosanto mettono tutta la loro classe in campo ma la piacevolissima nota della serata e la prova maiuscola del giovane Pitton che non ha avuto nessuna remora dinanzi a Stanic e compagni. Il divario arriva alla doppia cifra, ma Roseto è salvato da un fallo tecnico fischiato a Mirone e piazza un mini parziale di 5-0 che li riavvicina alla squadra di casa. La serata è di quelle magiche, i ragazzi non perdono la testa e riescono ancora ad allungare il margine e chiudere in vantaggio al riposo lungo con il punteggio di 35-28. Al ritorno in campo il canovaccio della gara non cambia; la Iris Serapo Gaeta domina da ambo i lati del campo, Lilliu fa impazzire i diretti avversari e si sblocca anche Addessi che mette a segno due pesanti canestri: vedere la squadra biancoverde è uno spettacolo e Roseto resta a galla grazie a Petrucci e Leo. Si va così agli ultimi dieci minuti di gioco con la Iris Serapo Gaeta in vantaggio con il punteggio di 56-44. Nell’ultimo quarto Roseto prova a recuperare lo svantaggio ma il solo Petrucci non basta in quanto Leo ormai è irretito dalla difesa biancoverde e Di Giuliomaria risulta ancora fuori dalla migliore condizione. La squadra biancoverde difende alla grande l’arrembaggio della squadra ospite e gestisce la gara fino alla conclusione con grande lucidità; la partita si conclude con un trionfale 78-66 e l’entusiasmo di tutti: la favola di Davide contro Golia si è ripetuto e siamo felici di averla potuta raccontare.

Entusiasta Coach Nardone a fine gara: “ i ragazzi sono stati fenomenali. Hanno messo in campo tanto carattere e tanta umiltà non sbagliando nulla e sciorinando una gara magistrale sia in difesa che in attacco. Dopo la partenza di Siniscalco c’è stato un periodo di assestamento visto il legame che ci univa a lui ma ci stiamo riprendendo e la gara di stasera è il frutto di una settimana di intenso lavoro anche se fatto a ranghi ridotti. Adesso continuiamo a lavorare con umiltà per cercare di raccogliere il massimo in un campionato già positivo e poi alla fine tireremo le somme.”

Iris Serapo Gaeta – Mec Energy Roseto 78-66 ( 16-15; 35-28; 56-44)

Iris Serapo Gaeta:Marrocco 10, Lilliu 33, De Fabritiis 13, Macaro 5, Mirone 2, Pietrosanto 10, Addessi 5, Pitton, Ferraiuolo, Vellucci n.e. Coach: Nardone.

Mec Energy Roseto:Stanic 6, Petrucci 20, Leo 20, Amoroso 2, Marini 7, D’ Arrigo 5, Di Giuliomaria 6, De Vincenzo n.e., Papa, Faragalli Serroni  n.e. Coach: Melillo.

Agricola Giampaolo

Lascia un commento