La melittina è la tossina “miracolosa” che potrebbe, forse, anche riuscire a combattere le cellule tumorali.

Api

Buone notizie arrivano dalla Washington University School of Medicine di Saint Louis – nel Missouri, negli USA – dove alcuni studiosi hanno scoperto che il veleno presente nel pungiglione delle api è in grado di combattere l’HIV.

Nello specifico, l’arma per distruggere il virus sarebbe una tossina presente nel veleno, la quale applicata in un gel potrebbe, effettivamente, bloccare la diffusione del virus. A darne notizia è stato il quotidiano inglese “The Sun“, che spiega come gli scienziati americani siano stati in grado di inventare un gel vaginale utilizzando la sostanza che potrebbe, finalmente, inibire la diffusione della Sindrome da Immunodeficienza Acquisita (AIDS), lo stadio più grave delle malattie da HIV.

La tossina in questione sarebbe la melittina, sostanza in grado di eliminare le cellule HIV, ma non quelle “normali” intorno ad esse. Joshua L. Hood – ricercatore a capo del team di studiosi della Washington University School of Medicine di Saint Louis – ha spiegato a “The Sun” che la speranza è quella che questo gel possa venire usato come metodo di prevenzione per combattere l’insorgere delle infezioni, oltre che come trattamento per chi ha già contratto il virus.

Secondo quanto reso noto da US News & World Report, lo studio sull’HIV ed il veleno d’api è stato pubblicato sul giornale “Antiviral Therapy“. La scoperta giunge dopo la notizia di un bimbo del Mississippi, che pare sia guarito totalmente dall’HIV. Gli studiosi, inoltre, sperano che la melittina possa aiutare a distruggere anche le cellule tumorali.

 

Lascia un commento