Â

LUNEDI’ 18 E MARTEDI’ 19 MARZO 2013

RACCOLTA FONDI PER IL RESTAURO DELLA STATUA DI SAN MICHELE ARCANGELO

SERVIZIO NAVETTA DA FORMIASan-Giuseppe-Itri13

 

I fuochi tradizionali di San Giuseppe a Itri si terranno lunedì 18 con la funzione religiosa e martedì 19 marzo nei vari rioni con i falò e la degustazione dei prodotti locali.

I festeggiamenti si aprono lunedì 18 marzo con la Santa Messa alle ore 18.00 nella Chiesa di San Michele Arcangelo; nel corso della celebrazione verrà consegnata ai rappresentanti dei rioni la fiaccola per l’accensione dei fuochi e a seguire la processione con la statua di San Giuseppe.

Martedì 19 marzo alle ore 20.00 un colpo di petardo indicherà l’accensione dei fuochi e sarà possibile nei vari rioni degustare prodotti locali e ascoltare musica popolare.

Gli organizzatori evidenziano che i fuochi tradizionali di San Giuseppe costituiscono la piĂą antica delle tradizioni itrane sopravvissute al passare dei tempi.

Una manifestazione popolare che ha fuso, attraverso secoli e percorsi intricati, aspetti del paganesimo con la nuova religiosità cristiana, facendo così giungere sino a noi i riti antichissimi del fuoco.

Le sue origini si perdono nei secoli e, fino a qualche decennio fa, si scatenava una vera e propria competizione tra i rioni coinvolgendo soprattutto i giovanissimi.

Questi iniziavano molti mesi prima la ricerca della legna nei boschi e trasportavano in paese interi alberi che venivano nascosti in luoghi spesso ricavati da case abbandonate o in rifugi di fortuna.

Arrivava poi il gran giorno e tutto il rione era impegnato a realizzare il falò, più alto e più consistente possibile, in modo che il fuoco potesse sprigionare al massimo la propria forza e vincere simbolicamente la gara con gli altri rioni.

Negli ultimi anni la tradizione era andata scemando a causa, tra l’altro, del giusto divieto di tagliare arbusti ed alberi, pertanto, per tenere in vita questa bella e spettacolare tradizione, l’Amministrazione Comunale, in collaborazione con la Guardia Forestale, ha pensato di fornire la legna necessaria ovviando al disboscamento indiscriminato.

La tradizione si celebra sempre il 19 marzo, nel giorno di San Giuseppe.

Anticamente, con la fine dei mesi più freddi, i falegnami facevano pulizia nelle loro botteghe e accatastavano all’esterno i residui delle lavorazioni che venivano utilizzate per alimentare i fuochi; l’evento era un momento di gioco per i bambini, ma anche un’occasione di festa e di ringraziamento dei falegnami nei confronti del Santo, di professione falegname.

PiĂą si era lavorato, infatti, piĂą residui legnosi restavano per fare il fuoco.

Oggi la tradizione dei fuochi è anche un’occasione per degustare i prodotti tipici locali, tra cui le zeppole fritte, le olive itrane, le marzoline, le salsicce paesane e tanti altri prodotti e per festeggiare, per incontrare amici e per ascoltare della buona musica popolare, rinnovando così l’antico senso di ospitalità della comunità itrana.

Nove sono i siti definiti “i rioni”: Piazza Umberto I, Straccio – Corso Appio Claudio, Madonna delle Grazie, Porta Mamurra, San Martino – Largo Staurenghi, Sant’Angelo Tarita, San Gennaro – Largo dei Campi, San Gennaro – Largo Luigina Sinapi, Piazzale Rosari.

Con la direzione artistico musicale di Pierluigi Moschitti spettacolo itinerante dell’Aurunca Folk Band, esibizione del artisti del fuoco Lucignolo, Chantico e MondSonne in collaborazione con l’associazione La Milizia dei Folli e il poeta dialettale Romano da Itri reciterà versi in dialetto itrano nei vari rioni.

Quest’anno parte del ricavato delle degustazioni, spettante ai rioni, verrà devoluto per il restauro dell’artistica statua di San Michele Arcangelo.

In particolare i cacciatori di Itri, organizzatori del fuoco di Piazzale Rodari, devolveranno l’intero ricavato in beneficenza.

Infine in occasione della festivitĂ  il Castello Medioevale sarĂ  aperto dalle ore 16.00 alle ore 23.00 e il Museo del Brigantaggio dalle ore 16.30 alle ore 20.00.

Servizio navetta da e per Formia, orari e prenotazioni telefono 340.0861836 a cura dell’associazione Esplora; consultare il sitowww.fuochisangiuseppe.it

Gli orari delle navette, Partenze: Mercato Nuovo via O. Spaventola a Formia alle ore 19.00, 20.00 e 21.00; Piazza Mattej a Formia alle ore 19:15, 20:15 e 21:15.

Ritorno: Piazzale Padre Pio a Itri alle ore 22.30, 23.30, 00.30; quindi l’ultima corsa per il ritorno sarà garantita alla ore 00:30.

Per il servizio l’associazione chiede un contributo di 1€ a tratta e i biglietti sono già disponibili a partire da ieri mercoledì 13 presso il Bar Chioschetto di Piazza Vittoria a Formia; é vivamente consigliata la prenotazione.

 

 

Lascia un commento