MUSICA, DANZA, POESIA, LETTURE, PROIEZIONI, FOTO, INFORMAZIONI E PARTECIPAZIONE – IL PROGRAMMA COMPLETOmimosa

Â

a cura delle associazioni ArteNativa, Donne Abitate e Tanaliberattutti Â

 La donna, nei suoi mille modi di esprimersi e nelle sue mille lotte quotidiane per veder riconosciuti diritti purtroppo ancora oggi negati, per farsi spazio in una società che, sempre più spesso e con troppa facilità, la violenta e la annienta. E’ lei la protagonista indiscussa dell’8 marzo che Gaeta celebra con tante iniziative dal pungente significato.

Nel pomeriggio di venerdì 8 marzo 2013, Giornata Internazionale della Donna, dalle ore 18 alle ore 20.30, in piazza della Libertà, nell’area pedonale antistante il Cinema Ariston, saranno le associazioni ArteNativa, Donne Abitate e Tanaliberatutti, con il patrocinio del Comune di Gaeta, ad animare gli eventi usando più linguaggi e mezzi di espressione.

Verrà allestita la Mostra Fotografica “Donne oltre lo sguardo” a cura di Tanaliberatutti e della fotografa Angela Maria Antuono; realizzate installazioni artistiche a cura di ArteNativa e Donne Abitate, per rappresentare concetti…ma anche numeri che parlano di centinaia di donne uccise e maltrattate solo nel 2012 e nel 2013. Ed ancora sarà possibile apprezzare l’arte dal vivo con il Live Painting di Mario Magnati “Mariom”, artista amato a Gaeta e all’estero, che eseguirà un ritratto di donna.

Saranno inoltre presenti un banchetto informativo di Donne Abitate per divulgare le loro attività e servizi, ed un altro sul Progetto Crisalide, uno sportello di ascolto, attivato nel Comune di Itri, nato da un bando contro la violenza sulle donne che vede diverse associazioni e cooperative del territorio impegnate nell’informazione, divulgazione e gestione dello sportello tra cui la cooperativa sociale LeAli della Fenice di Terracina (che da tempo gestisce una Casa Rifugio a Terracina) e la cooperativa SocialeSpazio Incontro di Formia.

“Liberarsi per la donna non vuol dire accettar la stessa vita dell’uomo perché è invivibile, ma esprimere il suo senso nell’esistenza” (cit. Carla Lonzi), questo è lo slogan che le associazioni hanno scelto per dare vita alle varie iniziative, lavorando in modo sinergico e spontaneo, rispettando le esigenze, gli interessi associativi e, come avviene quando si parla di volontariato, i tempi, le disponibilità di ognuna. Le associazioni sono prevalentemente femminili, ma non manca il supporto e la collaborazione di validi uomini.

Il programma del pomeriggio di eventi prevede:

  • alle ore 18:00: l’omaggio allacampagna contro la violenza alle donne “One Billion Rising”. OBR è una campagna mondiale, lanciata da Eve Ensler nel 15° anniversario del V-Day, che ha visto flash mob in migliaia di città nel mondo lo scorso 14 febbraio. È un invito a parlare ed usare tutte le forme di comunicazione per assicurare che le donne siano libere da ogni forma di minaccia, abuso, violenza. È un atto di solidarietà globale. (Info: www.onebillionrising.orghttp://www.facebook.com/OneBillionRisingSouthAsia)

  • alle ore 18:15: unaperformance teatrale liberamente tratta da “I monologhi della vagina”, di Eva Esler, con Danila Di Lanna;

    • alle ore 18:30:la proiezione del documentario “La voce delle donne” di Memoria  delle donne  a cura di ArteNativa;

     

    • alle ore 19:10: l’attivazione“Zona libero pensiero”, interventi liberi sull’8 marzo e dintorni, dove chiunque, anche un passante, potrà contribuire, condividendo il suo pensiero, una poesia, una lettura…

    “Invito tutti a partecipare, donne e uomini –afferma L’Assessore alla Cultura Sabina Mitrano –per dare nuovo senso e vigore ad una giornata internazionale istituita per ricordare sia le conquiste sociali, politiche ed economiche delle donne, sia le discriminazioni e le violenze che ancora subiscono anche in Italia, e che impediscono la libera affermazione della loro persona e della loro personalità. Come per ogni progresso sociale, solo l’informazione, la consapevolezza e la partecipazione potrà consentire passi avanti verso la parità dei diritti, l’accettazione delle differenze, la realizzazione dell’essere umano nel rispetto dell’altro”.

    Per info:

    Associazione Culturale ArteNativa:Responsabile progetto Marta Bilbao  tel 348 3820143 _artenativa.onlus@gmail.com,

    Associazione Culturale Donne Abitate: Responsabile progetto Sara di Nitto 3208125850-sara.dinitto@libero.it

    Associazione Culturale Tanaliberatutti Responsabile del progetto Barbara Simeone _info.tanaliberatutti@gmail.com

     

Lascia un commento