GLI AUGURI DELL’ARCIDIOCESI DI GAETA

AL SANTO PADRE FRANCESCO- IL MESSAGGIO DELL’ARCIVESCOVO D’ONORIO

 Papa Francesco I

La Chiesa di Gaeta si unisce alla gioia della Chiesa universale per la nomina di Papa Francesco, nuovo sommo Pontefice.
    La nostra Chiesa gioisce anche perché la comunione dei Padri Cardinali ha saputo dare, al solo quinto scrutinio, il nuovo Pastore universale e, stupendo tutti, lo ha scelto dall’America Latina, terra di grande tradizione cattolica ma anche terra sofferente per gravi ingiustizie sociali e per povertà.
   Lo stesso nome di Francesco, scelto dal Santo Padre, credo sia tutto un programma: Francesco di Assisi non proclama il Vangelo solo con la bocca, ma lo ha voluto proclamare soprattutto con la sua vita fatta di essenzialità e di povertà fino ad immedesimarsi  a Cristo con le sue stimmate.
    Ma come poi non ricordare il famoso affresco  nella Basilica Superiore di Assisi ove Giotto traduce plasticamente il comando di Gesù. “Va’, Francesco riedifica la mia Chiesa” con un San Francesco che sostiene fisicamente la Chiesa del Laterano che sta crollando e questo sforzo di sostegno alla Chiesa Francesco lo fa all’interno della balaustra  del presbiterio quasi a significare che ogni vera riforma parte dall’interno e coinvolge in prima persona proprio la persona riformatrice.
     Tutto questo ci suggerisce la persona e il nome del nuovo Papa Francesco proprio all’inizio del suo servizio petrino alla Chiesa di Roma, Lui ne è Vescovo, e poi alla Chiesa universale.
    L’invito fatto alle migliaia di persone presenti in Piazza San Pietro di pregare per lui è un invito che rimane costante per ogni fedele: pregare per il Papa, pregare per la Chiesa è esigenza di cuore per ogni cristiano.
    A questo impegno di preghiera la Chiesa di Gaeta aggiunge anche “obbedienza e riverenza” alla persona di Papa Francesco e al suo Magistero di Supremo Pastore.
                                                                      + Fabio Bernardo D’Onorio
                                                                                                                                   

                                                                                       Arcivescovo

L’Arcivescovo di Gaeta ha disposto che anche questa mattina giovedì 14 marzo,dopo l’Angelus, le campane di ogni Parrocchia e Chiesa suonino a festa.

 

Lascia un commento