La posizione assunta in consiglio comunale dalla capogruppo della lista Liberi per Gaeta-Pd Pina Rosato, sulla delibera proposta per individuare  i nuovi criteri per la riqualificazione dell’ex area dell’ AVIR, è in linea con  quanto riportato nel  programma elettorale, presentato  ai cittadini, elettori nelle ultime elezioni amministrative. Laddove si enunciava, chiaramente, che si doveva ”privilegiare la previsione di verde, parcheggi, spazi pubblici, attrezzature e servizi complementari (sala congressi, albergo, casa della musica, museo…),  in modo da valorizzare il sito e tutto il sistema  turistico e dell’ospitalità  della città, o con l’impegno degli attuali proprietari, previa  una ridefinizione della delibera d’indirizzi, o per impegno diretto  del Comune, sulla base di risorse finalizzate di bilancio e di finanziamenti regionali e comunitari, in caso di acquisizione a qualunque titolo”.

l’Associazione Liberi per Gaeta, unitamente  al circolo cittadino del PD, ha ragionato e discusso sui nuovi indirizzi proposti sull’Avir in varie sedute aperte a tutti i cittadini ed ha colto  alcune considerazioni di metodo e di merito.

Per il merito, ha rilevato che la proposta in discussione si pone in netta bocciatura del metodo precedentemente usato, riconducendo la discussione all’interno del Consiglio Comunale.

Per quanto riguarda i  contenuti, i criteri proposti capovolgono l’impostazione progettuale precedente, fondata sullo sfruttamento fondiario, con notevole cubatura edificabile, privilegiando le previsioni di verde pubblico e servizi.

Questa ultima  previsione, peraltro, rappresenta l’indirizzo che tutto il centro sinistra ha   portato avanti per decenni, anche con l’Amministrazione Raimondi, ma invano.

Forti  di aver sempre pensato che questa area non può e non deve diventare una mera accettazione di speculazione edilizia, commerciale, ma deve rappresentare un recupero urbanistico complessivo dell’intero territorio comunale, che insiste sull’area, abbiamo proposto 8 emendamenti su vari punti, poiché crediamo che l’attrezzamento dell’area, anche in sinergia con i proprietari, richieda significativi investimenti. Il Consiglio Comunale all’unanimità ha accettato tutti gli emendamenti presentati,  assumendo l’impegno da noi richiesto di presentare in tempi brevi e certi la variante al PRG, in quanto i cittadini si aspettano risposte certe ed opportunità di lavoro e, a nostro parere, non bisogna perdere tempo in polemiche sterili, ma fare azioni concrete.

La soluzione del problema AVIR non è di questo o quel partito, di questo o di quel movimento: è di tutti i cittadini. Abituiamoci a pensare “insieme”  a soluzioni da dare ai problemi sul tappeto, per il bene dei cittadini e non di pochi.

 

L’Associazione Liberi per Gaeta ed il Partito Democratico vigileranno affinchè siano rispettate le condizioni poste nell’atto di indirizzo.

Il Presidente dell’ Associazione “LIBERI PER GAETA”

Dott. Tommaso Mancini

 

Lascia un commento