MITRANO:LA TRASPARENZA E’ RISPETTATA GRAZIE ALL’ABO PRETORIO ON LINEmitrano

Il sindaco di Gaeta interviene per ripondere alle accuse di scarsa trasparenza amministrativa degli atti del Comune in relazione alla pubblicazione on-line :

” La trasparenza dell’attività amministrativa è un imperativo per la nostra azione di governo, come d’altronde abbiamo promesso in campagna elettorale, non ci sono documenti occulti del Comune né tantomeno un volontà ad occultare come, in modo subdolo, la minoranza vuole far credere ai cittadini.In primis- prosegue Mitrano– è importante fare una premessa: le principali informazioni richieste dalla normativa vigente in merito agli affidamenti, concessioni e contributi pubblici verso i privati sono reperibili negli atti relativi, pubblicati sul sito del Comune di Gaeta. Nell’Albo Pretorio on line, infatti i cittadini hanno accesso diretto agli atti amministrativi pubblicati in versione integrale, nel pieno rispetto del principio della trasparenza. Quindi non c’è alcun occultamento, il problema semmai è un altro. Purtroppo a Gaeta, come in tanti atri Comuni italiani, la pubblicazione non avviene ancora nelle modalità previste dall’art. 18 del Dl 83/2012 convertito in legge 134/2012, poiché ciò richiede una serie di adeguamenti di carattere tecnico – informatico al quale sta provvedendo la nostra Amministrazione e ritengo che, in tempi brevi, recupereremo il gap esistente nel processo di informatizzazione del Comune”.  Proseguendo nella sua disamina Mitrano aggiunge:Appena insediati abbiamo provveduto ad un’attenta verifica dello stato di informatizzazione del Comune, e, preso atto di una situazione disastrosa, abbiamo subito predisposto un piano di adempimenti tecnico informatici che è in corso di attuazione, tra l’altro a ritmi sostenuti. A questo proposito ricordo che è stato approvato dalla Giunta, con delibera n°21 del 29 gennaio 2013, il Regolamento Comunale per l’utilizzo degli strumenti informatici, finalizzato a fare chiarezza e ordine in questo settore. È evidente che l’arretratezza informatica e tecnologica l’abbiamo ereditata dal passato. Se infatti la precedente Amministrazione avesse lasciato un apparato amministrativo informatizzato non ci troveremmo oggi a correre ai ripari in velocità. Il fatto grave non è nella semplice constatazione dei problemi tecnico – informatici che pure emergono in tutta la loro evidenza già ad un primo contatto Cittadino – Comune, e che risultano davvero macroscopici quando poi si lavora all’interno della struttura comunale. A far riflettere tutti i cittadini deve essere un altro dato inconfutabile:l’Amministrazione targata Raimondi spendeva ogni anno una cifra davvero considerevole nell’informatizzazione.Ma per cosa ci chiediamo, per avere oggi un sistema informatico che definire obsoleto è addirittura un eufemismo. Esso non ci consente neanche di adempiere al citato art.18, poiché è totalmente assente una rete intranet che permetta agli uffici comunali di essere in diretto contatto on line, cioè di comunicare tra loro in rete nella massima sicurezza, condizione essenziale per procedere alla trasmissione degli atti necessari per la successiva pubblicazione sul sito, secondo le modalità previste dalla norma. Per 5 anni, quindi, abbiamo assistito in questo settore ad un vero e proprio sperpero di denaro pubblico da parte della precedente amministrazione, visti i risultati totalmente negativi da essa raggiunti, e invito chiunque a verificare le attuali condizioni della piattaforma informatica del Comune di Gaeta. E’ nostro obbiettivo prioritario, dunque, recuperare il divario tecnologico e informatico in cui purtroppo operiamo al fine di rendere davvero trasparente, efficiente ed efficace la macchina amministrativa e, di pari passo, l’azione di governo, nell’ottica di un processo di ottimizzazione delle risorse pubbliche e di un accrescimento qualitativo e quantitativo dei servizi al cittadino”.

 Insomma qualche problema ci sarebbe circa la piena applicazione dell’art.18  ma  la colpa è delle difficoltà operative di natura tecnico-informatica  risalenti alla passata amministrazione….

Lascia un commento