DSC01432

Un ordigno bellico è stato rinvenuto oggi nell’area del cantiere del Crescent, non molto distante dalla torre dell’Autorità Portuale di Salerno. A quanto si è appreso l’ordigno, risalente alla seconda guerra mondiale, sarebbe di peso doppio di quello scoperto l’estate scorsa, nel primo settore del cantiere del Crescent. Sul posto sono giunti carabinieri e polizia, mentre si è in attesa dell’arrivo degli artificieri del Genio di Caserta. Nel luglio scorso per far brillare l’ordigno di 500 libre di fabbricazione inglese, molto probabilmente sganciato nella zona da un aereo, fu deciso di far evacuare le abitazioni nel raggio di 200 metri.

“Nelle prossime ore i militari impegnati sul posto chiariranno le caratteristiche tecniche dell’ordigno e delineeranno le operazioni da attuare nelle prossime ore.

L’obiettivo principale, al momento, è, ovviamente, garantire l’assoluta sicurezza e incolumità di tutti e assicurare, per quanto possibile, rapidi tempi di decisione per la bonifica dell’area e ridurre i disagi per i cittadini”. Lo ha detto il sindaco di Salerno, Vincenzo De Luca. Tali rinvenimenti, ha aggiunto il sindaco De Luca “sono possibili in considerazione del fatto che la zona portuale, in epoca bellica, è stata sottoposta a ripetuti bombardamenti”. “Siamo abituati a guardare in faccia ai problemi: quando si pongono, i problemi si affrontano e si risolvono”, ha concluso De Luca.

Lascia un commento