Campionato di Pallamano – Serie B Girone Lazio / Abruzzo

gaeta 84 pallamano

CUS Cassino Gaeta 84 – Pallamano Vasto – non disputata

 

Pallamano Vasto

Bozzelli G., Memma M., Bevilacqua C., Ruffilli I, Ricciuti A., Cupaiolo A. Posati I, Bucciarelle B., Di Casoli A, Ventrella M, Bevilaqua G. Pitturelli A, Munteano V., Laracci S,

Dirigente Marinucci. Allenatore: Bevilacqua Michele, Medico Viacco Domenico

 

 

CUS Cassino Gaeta 84

DI SCHINO Luigi, PIMPINELLA Carmine (4), CAPPELLO Luca ( 4 ), Brongo Giulio, CARBONE Antonio, MACONE A., CAMELIO Luca, CAPPELLO Andrea, D’ OVIDIO Gabriele, MACERA Damiano, FRITTEGOTTO Luca

Allenatore VIOLA Antonio, Medico MAGLIOZZI Francesco Dirigenti DI LIEGRO Luigi, D’ OVIDIO Giancarlo

 

 

Continua la serie negativa per il CUS Cassino Gaeta 84 con la probabile terza sconfitta consecutiva del 2013. Come già verificatosi contro l’ AQUILA, partita conclusasi con grande responsabilità degli arbitri e dei giocatori, le avverse condizioni climatiche hanno provocato la mancata disputa del match contro la Pallamano Vasto. E’ ormai certezza che nel periodo che va da metà dicembre a febbraio inoltrato la Struttura Geodetica, in occasione dello scirocco , è inagibile per le arcinote carenze strutturali. E’ inutile continuare a polemizzare contro che enti preposti, che in questi 30 anni hanno mostrato una forte carenza di sensibilità sportiva, nonostante l’ alta attività agonistica che esprime la città Gaeta. E noto a tutti che le discipline sportive di squadra, chi prima chi dopo, sono state costrette a girovagare sui campi di gioco dell’ intera provincia. E’ avvilente, per giovani pallamanisti che si allenano, tra mille difficoltà, tutta la settimana per la partita ufficiale del sabato, essere consapevoli che quasi certamente, se persisteranno le attuali condizioni meteo, i prossimi 5 incontri consecutivi casalinghi, avranno partita persa a tavolino con relativa sanzione pecuniaria. Dichiara il dirigente Ciano Nicola, residente a Roma “ ho giocato a pallamano da ragazzino ed ho esordito in Serie A circa 35 anni fa contro la Pallamano Napoli in un incontro terminato con il punteggio di 04 – 03, giocando all’aperto, sotto un diluvio. Il rammarico più grande è constatare, adesso, che delle partite al coperto non si possono disputare per la condensa o la cattiva aerazione e vedere i nostri giovani atleti impotenti davanti a “ sconfitte “ indipendenti dal loro comportamento e dalla loro volontà, ciò da un senso di antico. Vogliamo continuare a far crescere i giovani con la stessa frustrazione nostra di quando eravamo giovani? Mi auguro e spero di no.

Prossimo incontro Sabato 09.02.13 ore 17.00 contro Tiburtino Roma ( scirocco permettendo )

Lascia un commento