Genitori e bambini sospesi a dieci metri di altezza per quasi due ore a causa di un improvviso problema tecnico

 

La torre del parco (Foto Mario Proto)La torre del parco (Foto Mario Proto)

ROMA – Momenti di apprensione martedì pomeriggio nel parco acquatico Zoomarine a Torvajanica, a una ventina di chilometri da Roma. Alcuni visitatori, bambini e genitori, una decina circa, sono rimasti bloccati in aria per quasi due ore, a una decina di metri d’altezza sulla “Torre” – uno dei giochi della struttura di divertimento – che, per problemi tecnici, si è bloccata all’improvviso. Sul posto sono intervenute alcune squadre dei vigili del fuoco per riportare a terra i visitatori bloccati, mentre sotto alla struttura si erano radunati alcuni loro parenti. L’intera operazione si è conclusa con successo poco prima delle 21. In tre, rimasti lievemente feriti, hanno però dovuto far ricorso alle cure dei medici del pronto soccorso della clinica Sant’Anna di Pomezia. La polizia sta svolgendo accertamenti sull’incidente.[banner]

DISFUNZIONE SULLA TORRE – Sulla torre erano presenti i sistemi di sicurezza ma sono comunque intervenute anche ambulanze del 118 insieme con polizia e carabinieri. «Lo staff ha riscontrato una disfunzione sulla “Torre” e, seguendo i protocolli di comportamento previsti in questi casi, ha provveduto immediatamente a bloccare la giostra per garantire la più completa sicurezza dei visitatori. Ha quindi provveduto a chiamare i pompieri, che stanno intervenendo prontamente per riportare il veicolo dell’attrazione a terra – spiegavano dalla direzione di Zoomarine».

 

(Foto Proto)(Foto Proto)

«INTERVENTI IMMEDIATI» – «I dieci visitatori che sono rimasti per questo bloccati per circa un’ora non hanno corso alcun rischio, tutti adeguatamente imbracati e seduti. Lo staff ha anche provveduto a fargli giungere acqua e piccoli snack» avevano fatto sapere dalla direzione del parco. «La giostra inoltre non prevede momenti nei quali i visitatori possano essere a testa in giù e l’accesso alla giostra è riservato solo per persone oltre il metro e venti di altezza». «Si tratta naturalmente di una problematica di cui si scusiamo con i visitatori del Parco – ha concluso la direzione – a Zoomarine ci impegniamo quotidianamente per garantire ai clienti la massima qualità del servizio e la massima sicurezza. Continueremo a farlo con l’attenzione e la professionalità di sempre perché la visita a Zoomarine sia sempre una festa piacevole e spensierata. Rinaldo Frignani

Lascia un commento