matteobuonocislsalerno2

Salerno – “Il forte incremento del ricorso alla misura della Cassa Integrazione con una drastica riduzione del numero effettivo di ore lavorate, così come annunciato dai vertici della Camera di Commercio di Salerno, all’interno del rapporto annuale sull’andamento dell’economia in Provincia di Salerno, conferma le preoccupazioni, già espresse nei mesi passati, da parte della CISL di Salerno, sul lento ed inesorabile declino della produzione industriale su tutto il nostro territorio. Mi auguro che le cifre presentate dal Presidente Guido Arzano siano di stimolo non solo per la stessa Camera di Commercio ma anche per tutte le Istituzioni al fine di avviare, in tempi rapidissimi, un confronto con tutte le organizzazioni sindacali per individuare quei campi di azione nei quali le autonomie locali hanno la possibilità di muoversi”.

E’ quanto dichiara MATTEO BUONO, Segretario Provinciale della CISL di Salerno.

“Nei giorni scorsi”, prosegue BUONO, “insieme alla CGIL ed alla UIL abbiamo presentato la nostra piattaforma provinciale, che intendiamo proporre a tutte le Istituzioni, compresa la Camera di Commercio di Salerno, perché riteniamo che sul tema della creazione di nuova occupazione, ci sia bisogno di una forte sinergia. Esistono, fortunatamente, anche settori virtuosi, soprattutto legati all’export, che vanno sostenuti ed incoraggiati anche attraverso coraggiose iniziative istituzionali, che vedranno la CISL sempre disponibile a sottoscrivere accordi ed intese che vanno nella direzione dello sviluppo.  Oramai le analisi congiunturali che segnano, in quasi tutti i settori, una riduzione del fatturato e del numero degli occupati, devono essere un punto di partenza sul quale costruire un nuovo sistema di relazioni sindacali nelle quali lavoratori e datori di lavoro hanno come unica priorità il mantenimento in vita dell’azienda, la tutela dei livelli occupazionali, la crescita”.

Lascia un commento