gustavo
PERRONE
L’Hinterreggio ha fatto la sua partita con buona condizione e qualità fino ad abbassarsi troppo offrendoci l’occasione per pareggiare. E’ una squadra ora in ottima forma, difficile da battere. Le punte spesso non hanno trovato la necessaria velocità e siamo disabituati a giocare su questo campo che sembra in buone condizioni ma presenta troppe buche. Siamo costretti ad allenarci sempre su altri prati ma ciò non toglie il merito degli ospiti che hanno giocato una gara con estrema volontà di ben figurare. Non pensiamo al nostro record di imbattibilità che ormai appartiene alla storia di questa Società ma pensiamo alla gara di domenica prossima a Campobasso. Diventa difficile giocare contro squadre che si chiudono e che giocano sempre al di sotto della linea della palla e fino alla fine del campionato ne troveremo ancora tante così. Non siamo meno brillanti del solito, le nostre occasioni le abbiamo avute e un po’ ci gira storta come il rigore sbagliato da Montervino ma la fortuna fa parte del gioco. Tutti sbagliano i rigori, anche i grandi campioni ma dedichiamo il record della striscia positiva a Iannarilli sperando di allungarla ulteriormente.

LUCIANI
Ci siamo sbilanciati in avanti per trovare il gol del vantaggio e abbiamo beccato gol in ripartenza ma questo il calcio, può capitare. Loro hanno giocato una gara di grosso pressing mettendoci subito in difficoltà ma abbiamo creato come sempre le nostre occasioni da gol ma nelle ultime gare non sempre la fortuna ci sta aiutando. Il record non ha inciso sulla nostra prestazione e Lotito ci ha incoraggiato a fare sempre bene come stiamo facendo.

GUSTAVO
Non ho giocato per qualche gara ma io continuo nella mia strada e mi alleno puntigliosamente e parlo con i miei genitori che mi aiutano anche pscicologicamente. Abbiamo creato le occasioni da gol, Perrone mi ha chiesto di giocare da trequartista assistendo Ginestra e Guazzo e penso di aver fatto quello che dovevo. Se vinciamo prima il campionato forse giocherò anche di più ma non me faccio un problema.

VENUTO – allenatore Hinterreggio
Il punto preso a Salerno ci premia oltremodo anche per il salto di qualità che abbiamo già fatto per evitare la retrocessione. All’inizio ci avremmo messo la firma e con una partita di sacrificio siamo riusciti a bloccare la capolista pur essendo inferiori qualitativamente alla corazzata salernitana.
La Salernitana è forte e con una fitta rete di palleggio basso parte dalla propria area fino ad arrivare fino alla nostra e ha superato troppo spesso la linea di centrocampo.
Noi siamo diventati “squadra” e ci giochiamo le nostre gare fino alla fine e siamo orgogliosi di quello che abbiamo fatto oggi provando che siamo un grande gruppo ma per noi ora inizia il vero campionato per la salvezza. I miei calciatori oggi hanno fatto più del 100% attuando tutto quello che avevamo preparato in settimana offrendo una difesa ben organizzata e nonostante ciò la Salernitana ha costruito le sue brave palle gol e poteva mangiarci in un sol boccone. Il pareggio a mio parere è il risultato più giusto ma per lunghi momenti l’Hinterreggio a dimostrato di essere una buona squadra contro una squadra che vincerà il campionato poiché i granata sono di gran lunga i più forti della categoria e possono sempre trasformare in gol qualsiasi azione di gioco.

Gino Ciafrone

Lascia un commento