polizia

Salerno. Rapina al punto ‘Mail Boxes Ect.’ di via Diaz a Salerno, a pochi passi da corso Vittorio Emanuele. Erano da poco passate le 18.30 quando due giovani, entrambi con il volto coperto da un casco integrale, hanno fatto irruzione nell’attività commerciale spaventando i lavoratori dell’esercizio commerciale e i sei clienti che, in quel momento, si trovavano all’interno del negozio. Gli uomini, armati di pistola, dopo aver fatto stendere per terra gli avventori del locale hanno intimato uno dei dipendenti del centro di consegnargli l’intero incasso di giornata, che alle 18.30 superava i 1000 euro. “Tranquilli non vi facciamo niente. Vogliamo solo i soldi e ce ne andiamo”, ha detto uno dei due uomini per tranquillizzare i clienti presenti lì in quel momento. Ma qualcosa sembra essere andato per il verso storto. Uno dei due ladri infatti, dopo aver ricevuto i soldi e forse spaventato da un gesto del dipendente, ha colpito con la pistola il lavoratore del punto ‘Mail Boxes Ect’ e poi, insieme al suo complice, ha pensato bene di darsi subito alla fuga facendo perdere le sue tracce in tutta la zona in sella a una moto.
Immediato è stato l’intervento degli agenti della sezione ‘Volanti’ della Questura di Salerno che hanno subito disposto posti di blocco in tutto il quartiere ed ascoltato i testimoni oculari per cercare di risalire agli autori del colpo che, secondo un primo identikit, sembrano essere salernitani. La zona centrale della città, infatti, è stata passata al setaccio dai poliziotti, che però non sono riusciti ad acciuffare gli uomini che hanno terrorizzato e malmenato lavoratori e clienti del negozio di via Diaz. Le ricerche per risalire all’identità dei ladri continueranno anche nella giornata di oggi. Intanto, subito dopo l’arrivo dei poliziotti, il lavoratore colpito da uno dei due ladri è stato trasferito all’ospedale ‘Ruggi’ per gli accertamenti di turno. Se la caverà con un paio di giorni di prognosi.
La rapina di ieri riapre la questione dell’allarme criminalità nel capoluogo, con i residente del centro che ora chiedono un maggiore controllo della zona da parte delle forze dell’ordine.

Lascia un commento