piazzaconcordia

Salerno. Rissa tra famiglie di etnia rom a piazza della Concordia, la Polizia ferma sette persone. Erano passate le 16 ieri pomeriggio quando, per motivi ancora da accertare, due famiglie di etnia rom, per un totale di 12 persone, hanno cominciato a dare vita ad una rissa che ha letteralmente spaventato i numerosi pendolari che, in quel momento, si trovavano davanti alle fermate di Sita e Cstp aspettando un autobus. Una scena degna di un vero e proprio film d’azione, dove dalle parole si è passati velocemente ai fatti. Coinvolta nella maxi scazzottata anche una donna incinta che, nonostante le sue condizioni di salute, non si è tirata indietro quando è stato il momento di alzare le mani. La scena ha attirato l’attenzione anche dei commercianti della zona, che hanno provveduto ad allertare le Forze dell’ordine chiedendo un rapido intervento sul posto.
E una volta giunti a piazza della Concordia gli agenti della sezione ‘Volanti’ della Questura di Salerno, coordinati dal vice questore aggiunto Rosanna Trimarco, le due famiglie ‘litigarelle’ si sono date alle fuga continuando per strada a darsele di santa ragione. Tra uno schiaffo e l’altro, infatti, le 12 persone hanno transitato per tutto il lungomare arrivando all’altezza del Tribunale cittadino, dove i poliziotti hanno fermato ed identificato sette persone coinvolte nella rissa.
I protagonisti della vicenda bloccati dagli agenti sono stati trattenuti ieri, fino a tarda sera, nei locali della Questura di piazza Amendola, dove gli inquirenti hanno cercato di fare chiarezza sul motivo che ha scatenato il diverbio seguito dall’episodio di violenza. E, secondo una prima ricostruzione fatta anche grazie ad alcuni cittadini che hanno fornito ai poliziotti dettagli importanti sull’accaduto, la rissa sarebbe scoppiata per il tentativo di violenza che uno dei componenti delle due famiglie avrebbe messo in azione nei confronti della donna incinta dell’altro nucleo, che in quel momento si trovava in compagnia del suo partner. Un approccio troppo spinto che, dopo aver scatenato la reazione della signora, ha mandato su tutte le furie il suo compagno e gli altri componenti della sua famiglia che hanno pensato bene di passare alle mani. Ma il loro tentativo è stato sedato sul nascere dagli agenti della Polizia di Stato, che hanno bloccato sette delle 12 persone coinvolte nella rissa. Per loro, quasi sicuramente, scatterà una denuncia a piede libero.
Dopo l’episodio di ieri, dunque, piazza della Concordia continua ad essere il centro della violenza e delle aggressioni nate per futili motivi.

Lascia un commento