polizia

Continua incessante l’attività di prevenzione sul territorio disposta dal Questore di Salerno, Antonio De Iesu, grazie a cui è stato assicurato alla giustizia un gruppo criminale, costituito da quattro pregiudicati provenienti dalla provincia di Napoli, abitualmente dediti alla perpetrazione di reati contro il patrimonio. Nel corso della notte, gli Agenti della Sezione Volanti, diretti dal Vice Questore Aggiunto Rossana Trimarco, a seguito di numerose segnalazioni telefoniche pervenute alla sala operativa sono interveniva in via Pio XI dove hanno sorpreso un gruppo di malviventi sorpresi ad utilizzare una fiamma ossidrica per cercare di recidere le sbarre poste a protezione di una finestra laterale di un Bar lì collocato.

I banditi alla vista degli agenti hanno tentato di sottrarsi all’imminente cattura e senza alcuna esitazione hanno posto in essere una palese resistenza lanciando all’indirizzo delle forze dell’ordine alcuni arnesi da scasso ed azionando alcuni estintori nella vana speranza di coprirsi la fuga. Ne è scaturito un immediato inseguimento che ha visto impegnati gli agenti in diverse direzioni conclusosi poco dopo con il fermo dei quattro malviventi, due dei quali rintracciati al quarto piano di uno stabile situato nelle immediate vicinanze. Grazie alle minuziose indagini è stato possibile poco dopo recuperare la globalità del materiale utilizzato per la realizzazione del reato; cappelli, scaldacollo e guanti in lattice, cannula di fiamma ossidrica con relative bombole di gas ed una variegata serie di arnesi atti allo scasso più due estintori precedentemente rimossi dall’atrio di un condomino poco distante. Trovata anche una vettura, una Fiat Uno rubata a Castellamare di Stabia ed utilizzata dalla banda come mezzo di trasporto e di fuga. A finire in manette A.F. di 37 anni, S.B. 21enne S.F.P., di 29 anni e V.L., di 31.

Vincenzo Ciafrone

Lascia un commento