polizia

Salerno. Gli studenti salernitani prenderanno parte al Progetto Icaro, una campagna di sicurezza stradale giunta alla tredicesima edizione che coinvolge 80 città italiane che vede la proiezione del film Young Europe di Matteo Vicino e che coinvolgerà oltre 50mila studenti. Il film è girato in Italia, Francia, Irlanda e Slovenia e i protagonisti sono dei giovani.
La campagna inizia domani, e nella giornata di venerdì gli studenti salernitani potranno assistere alla proiezione del film dentro la splendida cornice del Teatro delle Arti, alla presenza di numerose Autorità salernitane, con le quali al termine della proiezione si potrà tenere un dibattito sui temi evidenziati dalla pellicola. Il progetto, infatti, è stato promosso dalla Polizia Stradale con i Ministeri delle Infrastrutture e dei Trasporti, dell’Istruzione e alla Fondazione Ania per la sicurezza stradale, con il coordinamento scientifico del Dipartimento di Psicologia della Sapienza, Università di Roma e la collaborazione del Moige. Il film è stato cofinanziato dalla Commissione Europea perché la campagna è diventata anche un progetto europeo che ha visto la Polizia Stradale capofila in Europa nel campo dell’educazione stradale, con una ricerca scientifica che ha coinvolto 14 Paesi dell’Unione ed un manuale tradotto in tutte le lingue europee. L’incidente stradale è la prima causa di morte per i giovani in Italia ed in Europa e l’obiettivo è quello di parlare di legalità ai ragazzi attraverso un linguaggio che parta dalle emozioni affinché cresca in loro una maggiore consapevolezza dei rischi. A livello locale, la Sezione Polizia Stradale ha organizzato otto incontri formativi con gli studenti del Liceo d’Arte Menna di Salerno e del Liceo Parmenide di Roccadaspide, durante i quali sono state affrontate diverse tematiche riguardanti la sicurezza stradale. In particolare, la guida sotto l’effetto di alcool e sostanze stupefacenti e psicotrope, l’importanza dell’uso del casco e delle cinture di sicurezza, i rischi della sonnolenza e della guida notturna. All’inizio e al termine degli incontri sono stati distribuiti vari questionari, per valutare il grado di conoscenza dei giovani sulle problematiche della sicurezza stradale.

Lascia un commento