papa gelasio IIEra esattamente la data odierna che Gaeta ricorda, rinnovando la tradizione del TORRONE di Benevento, la fuga di papa Gelasio II che dopo la fuga rocambolesca da Roma, per sfuggire all’imperatore tedesco Enrico V, si rifugiò a Gaeta ove Roberto principe di Capua,il duca di Benevento e il duca delle Puglie e tanti altri notabili lo ricevettero il 5 marzo e assistettero alla sua incoronazione il 10 marzo dello stesso anno.
Il 25 marzo ritornò a CAPUA, poi sostò al suo monastero di Cassino per ritornare a Roma per sentieri “stretti e vie secondarie…
La sua elezione difficile e contrastata gli rendevano la vita “dura” come un “TORRONE”…
L’anno prossimo si celebra l’895° dalla sua incoronazione a papa; egli fu uno dei pochi papi della Storia eletto a circa 54-58 anni che durò un solo anno morto di stenti in Francia essendo già precedentemente malato aggravandosi per una pleurite….
Altre città come RIESI di Pio X nel Trevigiano hanno chiesto a papa FRANCESCO
recentemente eletto a pastore della Chiesa Universale una Sua visita….
Gaeta si dovrebbe “prenotare” per una visita di Francesco avendo dato “esilio” ai tanti papi che da Roma trovarono nella nostra Città di Maria (così chiamata da papa Woitila ultimo papa a visitarci) un sicuro rifugio e protezione……proprio per onorare il suo papa gaetano…
Intanto oggi i pensionati di Gaeta Medioevale hanno rievocato il loro papa gustando il fatidico “torrone di Benevento” ove andranno a far pellegrinaggio il 4 maggio prossimo con le ACLI di Gaeta…..

Dr Libero Mancini

Lascia un commento