WELFARE INESISTENTE
di Libero MANCINI – Aprire il notiziario locale e svegliarsi alla tragica notizia già comunicata il giorno prima-domenica- non è una cosa che si può sottacere ne dsa parte politica che social-religiosa……..
    Il gesto tragico del rumeno che per dificoltà economiche e senza prospettive di inserimento lavorativo nella nostra comunità collassata si taglia la gola e muore dissanguato, insieme ad altri morti atroci per incendi di case, scoppi di bombole, gesti disperati di disoccupati-separati per colpa della crisi IMPONE riflessione e prese di posizione…
    Dov’è la classe politica accartocciata su se stessa per “rubacchioare” voti per la propria sopravvivenza ormai condannata ad essere travoltà dalle liste “civiche”?
    Dov’è l’autorità religiosa che “scuote” le coscienze dei cristiani per chiamarLi a riflesioni ed azioni coraggiose?
    Un rumeno “malmenato e con le sopracciglia rotte” confuso e stordito chiedeva qualche soldo notoriamente speso per l’alcol…..
    Ha confessato di bere sia per lenire i dolori sulla testa, refertati al prionto soccorso, sia per vincere il freddo…ma sopratutto credo per dimenticare la sua sorte infame di essere “abbandonato da tutti gli uomini indifferenti” che gli passano davanti…
    Confessava che anche alla Caritas gli passavno cibo non prprio fresco…sarà vero???
LE POLITICHE SOCIALI NELPAESE SONO FINITE ……quelle dei Comuni di conseguenza pure…NON CI SONO RISORSE..e si aprono sportelli contro l’USURA che corrode la nostra società…
    l’UFFICIO della Caritas diocesana non basta più anche perche il sostegno ai lavoratori licenziati (es.EVOTAPE) non poggia nemmeno sul diritto dei lavoratori licenziati o dimessi a ricevere il TFR cxhe permetterebbe una cessione di Credito alla banca CONVENZIONATA con la CARITAS NAZIONALE di anticipare l’importo….
    Diamo pertanto voce..A CHI E’ COSTRETTO a tagliarsi…la gola …..
Rimettiamo su le cooperative di solidarietà o altre forme collettive di solidarietà come già votato dalle Associazioni Laicali e religiose con tuti i parroci ad una delle ultime ASSEMBLEA del SINODO che, in fase di conclusione, potrà essere pista di lancio per ogni necessaria iniziativa cristiana in un momento drammatico locale e nazionale.
    Alla comunità RUMENA di Gaeta vada il più sentito cordoglio da parte di tutti i lavoratori delle ACLI……

Lascia un commento